Infiltrazioni d’acqua dolce sulle pareti rocciose

Ennesima denuncia sullo stato di precarietà del litorale costiero nella zona subito dopo Balai

PORTO TORRES. Bagnanti e turisti che frequentano la costa rocciosa poco dopo la spiaggia di Balai hanno segnalato la fuoriuscita copiosa di acqua dolce dalle rocce, per poi finire il percorso direttamente in mare.

La zona è circoscritta tra il Ponte degli sposi e la Grutta de l’inferru, due graziose insenature che si possono raggiungere entrando dalla pista ciclabile e seguendo un sentiero discendente immerso tra la vegetazione. É indubbio che tutta la costa del litorale turritano è a rischio erosione – come certificato dai tecnici della Regione e da geologi esperti – e finora non ci sono notizie certe sulla provenienza delle perdite di acqua dolce che arrivano dall’alto. L’amministrazione comunale dovrebbe quindi fare una ricognizione con i propri tecnici per poter risalire alla cause, considerando che anche quell’acqua, al pari delle onde del mare, contribuisce purtroppo ad erodere ulteriormente le rocce a picco sul mare. Gli studi sull’erosione costiera realizzati negli anni scorsi hanno comunque confermato che sono necessari interventi di salvaguardia della fascia costiera e delle infrastrutture presenti nel perimetro urbano, per verificare sia la stabilità delle rocce sia le interconnessioni tra acqua dolce e acqua salata.

Gli interventi previsti attraverso il finanziamento regionale (1 milione e 500mila euro) sono in forte ritardo da qualche anno, e non si conosce a che punto sia la progettazione per le opere di rinforzo previste da Balai ad Abbacurrente. (g.m.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes