“Festha di l’agniri” e i riti del Gremio dei Muratori

SASSARI. Nel 372° anno dall’istituzione della processione in onore di Nostra Signora degli Angeli, in sassarese “la festha di l’agniri”, l’antico Gremio dei Muratori si prepara alla Festa Patronale...

SASSARI. Nel 372° anno dall’istituzione della processione in onore di Nostra Signora degli Angeli, in sassarese “la festha di l’agniri”, l’antico Gremio dei Muratori si prepara alla Festa Patronale che si svolgerà nella chiesa di Santa Maria di Betlem nelle giornate dell’1, 2 e 3 agosto.

Il suggestivo rito della vestizione che da inizio alla grande festa avverrà giovedì alle 9.30. Sempre il 1° agosto alle 18.30 si terranno i secondi vespri con la partecipazione del Gremio, e seguirà la messa.

Venerdì 2 agosto solennità di Nostra Signora degli Angeli,

e sante messe alle ore 08.30- 11– 19. Alle 11 solenne celebrazione eucaristica presieduta da Don Antonio Tamponi, vicario della Arcidiocesi di Sassari, concelebrata da don Francesco Marrunccheddu, al termine della quale seguirà la Cerimonia dell’Intregu, con l’investitura del nuovo Operaio Maggiore Antonio Sechi e la consegna della Borsa dotale degli Angeli, assegnata lo scorso 22 luglio (festa minore del Gremio) alla Parrocchia di San Giovanni Bosco in favore di una giovane coppia di sposi indigenti. Al termine della messa si terrà la recita della formula per ricevere l’indulgenza plenaria per se stessi o per un defunto.

Secondo la tradizione, una notte del 1216 San Francesco fu visitato durante la preghiera nella Porziuncola di Assisi dal Cristo e dalla Madre Santissima. Ad essi il Santo rivolse la richiesta che ad ogni persona, pentita e confessata, che avesse visitato quella chiesa fossero rimesse completamente tutte le colpe. Da quell'anno, dopo aver ricevuto il permesso direttamente dal Pontefice Onorio III, il 2 agosto in occasione della Festività di Santa Maria degli Angeli, si celebra la Festa del Perdono. Il Catechismo cattolico stabilisce oggi che, per ricevere l'indulgenza plenaria per sé stessi o per un defunto, siano necessarie la confessione sacramentale nella settimana precedente o seguente il 2 agosto, la partecipazione alla messa ed alla comunione eucaristica, la visita della Porziuncola, o di una chiesa francescana o parrocchiale, con la recita del “Credo”, del “Padre nostro” e di una preghiera secondo le intenzioni del Papa.

La sera alle 18.45 si snoderà per le vie cittadine la processione con il venerato simulacro della Beata Vergine degli Angeli dai Gremi e le associazioni cittadine. Al rientro della processione, di concerto con la comunità dei Frati Minori di Santa Maria, si assisterà alla cerimonia dell’Intronizzazione della Vergine Assunta con il canto dell’Ave Maris Stella. Per l’occasione il simulacro verrà trasportato dai componenti del Gremio dei Massai. L’intronizzazione della Vergine Assunta scandirà i giorni che mancheranno alla Discesa dei Candelieri, giornata in cui i Gremi e l’amministrazione comunale a nome della città, scioglieranno e rinnoveranno l’antico voto.

I festeggiamenti si chiuderanno il sabato 3 agosto alle ore 8,30 con la messa in suffragio dei soci defunti e dei familiari componenti il Gremio dei Muratori.

Festeggiamenti civili: il 2 agosto dalle 21in Pizza di Santa Maria.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes