L’inferno secondo Liliana Cano

Ittiri, presentate le 34 tavole dell’artista donate alla Biblioteca francescana

ITTIRI . All'interno del programma degli eventi della 34 edizione dell'Ittiri Folk Festa si è svolta, nella sala della Biblioteca francescana di Ittiri, la presentazione della mostra delle opere di Liliana Cano su “L’inferno dantesco”, a cura di Aldo Maria Morace, professore di Letteratura Italiana e Direttore del Dipartimento di Scienze umanistiche e sociali dell'Università di Sassari. Sono 34 tavole su multistrato, donate alla Biblioteca Francescana dalla pittrice sassarese, in attesa di una più spaziosa ed esclusiva collocazione in un museo dedicato all’artista che, già da alcuni anni, ha stretto con la città un reciproco rapporto di amicizia e affetto.

Il professor Aldo Morace ha analizzato nel suo intervento il lavoro dell’artista e il tema rappresentato. «È indubbio che l’Ottocento – ha affermato lo studioso – sia stato un secolo dantesco per eccellenza. Non così il Novecento, anche se può annoverare tra gli illustratori di Dante Robert Rauschenberg (che mise Nixon nell'Inferno). Aperto dal dannunziano Amos Nattini, ha registrato l’esito più noto ed eclatante in Salvador Dalì, che usò colori chiari per dipingere l’Inferno, e anche quelli di Renato Guttuso, Aligi Sassu, Domenico Antonio Tripodi detto l’Aspromontano, Alessandro Kokocinski e del dorgalese Angelo Monne». Secondo Morace «In questo primo ventennio di secolo, però l’esito finora più concreto e completo, si deve senza dubbio proprio a Liliana Cano e alla sua reinterpretazione integrale di tutto l’Inferno, che ne restituisce in modo splendido la drammaticità dinamica del viaggio, nell'imbuto del male e delle sue stazioni, ma anche la forza conoscitiva e catartica della poesia, luce nell'oscurità dei corpi e dei luoghi». Non a caso è il rosso il colore che l’artista usa con maggior frequenza. In alcuni quadri per illuminare e rendere “umana” l'interpretazione del contesto, in altri per esaltare sangue e fuoco.

Vincenzo Masia



WsStaticBoxes WsStaticBoxes