Il Comune rivendica la zona franca al consumo

ILLORAI. Il sindaco leghista di Illorai Titino Cau e la sua giunta hanno deliberato la zona franca al consumo. Iniziativa già avviata, in passato, in altre piccoli centri della Sardegna ma senza...

ILLORAI. Il sindaco leghista di Illorai Titino Cau e la sua giunta hanno deliberato la zona franca al consumo. Iniziativa già avviata, in passato, in altre piccoli centri della Sardegna ma senza ottenere alcun risultato.

La delibera è stata approvata all’unanimità il 29 luglio durante il primo consiglio comunale della nuova amministrazione del Comune di Illorai.

«Solo la zona franca potrà darci nuova linfa vitale per il lavoro in Sardegna – ha detto Titono Cau –. Seguendo la linea di pensiero della senatrice Lina Lunesu, e di tutto il partito della Lega, vogliamo che si applichi una fiscalità di vantaggio per l’insularità, unica soluzione possibile per liberarci dallo stallo economico».

L’applicazione della zona franca è stato uno dei punti del programma elettorale di Cau e della sua giovane squadra. «La battaglia dell’istituzione della zona franca – ha spiegato Cau – è nelle mani del presidente della giunta regionale Christian Solinas, di Guido De Martini, coordinatore regionale della Lega in Sardegna, e del nostro coordinatore provinciale di Sassari Dario Giagoni».

Con questa delibera si chiede quindi alla Regione Sardegna di procedere ad inviare la comunicazione dell’attivazione della zona franca di Illorai e dell’isola al Governo italiano e all’Unione Europea.

Il neo sindaco ha anche attribuito le deleghe alla squadra di governo. A Raimondo Pitzolu, vicesindaco, va l’assessorato all’ambiente e all’agricoltura, a Gianluca Grande i lavori pubblici, a Miriam Carta la delega per la Comunità Montana del Goceano.

«Le prossime deleghe che affiderò, nell’ottica della responsabilizzazione di tutti i miei ragazzi e per renderli partecipi attivamente della vita politica di Illorai e del nostro Comune, – ha terminato Cau – riguarderanno lo sport, la cultura e il Gal Logudoro- Goceano».

Elena Corveddu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes