Il gesto d’amore a 4 zampe, ora i gatti donano il sangue

Nell’ospedale didattico veterinario di via Vienna nasce il registro dei donatori I prelievi anche sui cani. Negli ultimi giorni le trasfusioni hanno salvato tante vite

SASSARI. Drogon e Merlina inizialmente erano un po’ spaesati, ma solo per l’ambiente nuovo e tutti quei camici in giro. Ma subito dopo – tra un grattino e una carezza – si sono lasciati rasare il pelo e infilare l’aghetto sotto la pelle per la tipizzazione del gruppo sanguigno.

È stato il primo passo per i due micioni – accolti con dolcezza e riconoscenza dall’equipe dell’ospedale didattico veterinario di via Vienna a Sassari – per diventare donatori di sangue. I loro padroni qualche giorno fa hanno risposto a un appello lanciato sulla pagina facebook dalle veterinarie della struttura all’avanguardia, creata all’interno della facoltà di Veterinaria e diretta dalla professoressa Maria Lucia Manunta.


Dopo la visita clinica, gli esami di laboratorio e la tipizzazione del sangue i due gatti (Drogon ha due anni e Merlina cinque) sono stati iscritti al registro dei donatori della Banca Veterinaria del sangue.

Grazie a loro un gattino di Alghero e un altro di Sassari che avevano bisogno di una trasfusione si sono ripresi. «L’obiettivo della banca veterinaria – spiega la dottoressa Isabella Ballocco – è fornire un supporto sanitario alle strutture veterinarie presenti sul territorio regionale, consentendo un approvvigionamento rapido di sacche di per la trasfusione. Anche in medicina veterinaria – aggiunge la dottoressa – spesso abbiamo difficoltà a trovare donatori, soprattutto tra i gatti e le richieste di sangue sono tante. Per questo lanciamo un appello a chi ha gatti giovani in buono stato di salute e vuole farli diventare donatori di contattaci».

Tra i donatori ci sono anche i cani naturalmente: nel registro sassarese per ora sono iscritti 20 gatti e 60 cani.

A cani e gatti purtroppo basta poco per aver bisogno di una trasfusione: un incidente o un intervento chirurgico ed ecco che il sangue diventa indispensabile per ripristinare il volume perso e mantenere attivo il circolo e l’attività del cuore.

«Per poter donare – spiegano le veterinarie dell’ospedale di via Vienna – gli animali devono essere vaccinati e avere un’età tra due e otto anni. Il cane deve pesare almeno 25 chili, mentre per il gatto bastano 4 chili di peso». Dello staff dell’ospedale veterinario (per informazioni 079 213524) fanno parte anche il vice direttore sanitario Maria Luisa Pinna Parpaglia e i veterinari Antonietta Evangelisti, Marta Polinas, Elias Pirari e Rosanna Zobba.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes