Una festa super cafona nelle acque della Pelosa

Un gruppo di turisti organizza un party con tavolini e rinfresco in mezzo al mare Tante segnalazioni a Guardia Costiera e Capitaneria che indagano sull’accaduto

STINTINO. Spiaggia vietata per il party di addio alle vacanze? Nessun problema. La festa si trasferisce in mezzo al mare, con tanto di tavolo di plastica poggiato nel basso fondale delle cristalline acque della Pelosa, apparecchiato con teglie di alluminio piene di viveri di varia natura. Il tutto con buona pace degli altri bagnanti, furiosi per la super cafonata, e di fronte agli impotenti gestori degli stabilimenti che si affacciano sulla perla di Stintino.

Tutto domenica all’ora di pranzo, nel tratto di mare di fronte allo stabilimento “Il Gabbiano”, con i turisti festaioli che ora rischiano una bella sanzione da parte della capitaneria di porto, che ha ricevuto insieme alla guardia costiera svariate segnalazioni da parte dei frequentatori della spiaggia, per nulla rassegnati a subire il party cafone nel mezzo del mare.

A quanto pare la comitiva di turisti, che ogni estate saluta la fine delle vacanze con un piccolo rinfresco organizzato in spiaggia, avrebbe ricevuto dallo stabilimento un rifiuto per ospitare tavolini e libagioni varie.

Il gruppone però non si è perso d’animo, e ha deciso di trasferire armi e bagagli sul basso fondale di fronte alla spiaggia, consumando, intorno alle 13 di domenica, l’aperitivo di arrivederci.

Molte le proteste dei bagnanti, che però, visto che le libagioni erano in mare e non nella spiaggia occupata dagli stabilimenti balneari, potevano solo richiamarsi alla buona educazione, evidentemente latente, o a Capitaneria di Porto e Guardia Costiera. E così alcuni hanno fatto, segnalando alle autorità marittime l’accaduto.

Accaduto che è ora vagliato, per valutare se ci siano gli estremi per elevare delle sanzioni ai festaioli improvvisati, che sicuramente si sono resi protagonisti di una enorme cafonata. (r.cr.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes