Ieri sciopero Ugl a sorpresa nei supermarket Cobec

SASSARI. Il sindacato Ugl prosegue la battaglia con la Cobec. Lo sciopero era proclamato per due domeniche consecutive, e oggi i dipendenti iscritti avevano già stabilito di non recarsi al lavoro. Ma...

SASSARI. Il sindacato Ugl prosegue la battaglia con la Cobec. Lo sciopero era proclamato per due domeniche consecutive, e oggi i dipendenti iscritti avevano già stabilito di non recarsi al lavoro. Ma l’Ugl, vista l’esperienza delle scorse iniziative e la capacità da parte dell’azienda di riorganizzare personale e turni, ha organizzato una giornata di sciopero last minute, senza alcun preavviso. Così ieri mattina i punti vendita di Rinaldo Carta si sono ritrovati senza una cinquantina di dipendenti Ses. Una forza lavoro che però non è stata in grado di far chiudere i supermarket, che ancora una volta sono rimasti aperti. Le altre sigle sindacali (Cgil, Cisl e Uil), non sostengono l’iniziativa e i loro iscritti, assieme a tutto il personale non sindacalizzato ha timbrato regolarmente il cartellino.

La protesta dell’Ugl va avanti anche oggi, e lo sciopero domenicale è confermato.

Gli stipendi arretrati sono stati pagati il 16 di agosto ma resta ancora aperta la vertenza sulla mancata erogazione di due quattordicesime. La proposta fatta dal patron di Cobec Rinaldo Carta di pagare quella relativa al 2018 in buoni spesa non è stata accettata dagli iscritti Ugl, e resta aperto anche il braccio di ferro sull’applicazione dei nuovi contratti che prevedono cospicue riduzioni nelle voci della busta paga.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes