Danni alle colture, piano per abbattere le cornacchie

SASSARI. Agricoltori della Nurra e di tutto il territorio del Sassarese da mesi lamentano i danni causati alla colture (in particolare alle piantagioni di meloni e angurie) dalle cornacchie e dai...

SASSARI. Agricoltori della Nurra e di tutto il territorio del Sassarese da mesi lamentano i danni causati alla colture (in particolare alle piantagioni di meloni e angurie) dalle cornacchie e dai cinghiali. E a gran voce i titolari delle aziende agricole hanno chiesto interventi adeguati di tutela e iniziative per dare soluzione all’ennesimo problema che penalizza le produzioni e mette in ginocchio le imprese.

La Provincia di Sassari, al fine di ridurre e prevenire i danni alle produzioni agricole e zootecniche, ha predisposto appositi piani di controllo della cornacchia grigia (2018-2020) e del cinghiale (2016-2020) che consentono tra le altre cose di intervenire, anche con catture o abbattimenti selettivi su richiesta degli agricoltori danneggiati.

Gli agricoltori che subiscono danni alle colture, agli impianti o alle produzioni zootecniche dovuti alla presenza di cornacchie o cinghiali, oltre a poter presentare domanda di indennizzo, possono presentare alla Provincia di Sassari una richiesta di abbattimento con arma da fuoco o di assegnazione di una gabbia di cattura utilizzando l’apposito modello predisposto ed impegnandosi ad attuare tutte le misure di prevenzione che gli verranno comunicate.

La modulistica necessaria è già reperibile e può essere scaricata sul sito istituzionale della Provincia di Sassari nella sezione specifica “Fauna Selvatica” alla voce Piani di controllo.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes