Rizzeddu, l’elisoccorso atterrerà anche di notte

L’Areus sta predisponendo il bando per mettere a norma l’elisuperficie nell’ex ospedale psichiatrico

SASSARI. L’elisuperficie di Rizzeddu, dentro l’area dell’ex ospedale psichiatrico, si può mettere a norma. Lo ha comunicato l’Enac all’Areus, dando una serie di prescrizioni che, una volta attuate, non solo consentiranno l’apertura ufficiale e senza vincoli della zona, ma anche la possibilità per gli elicotteri del soccorso di atterrare di notte.

Una buona notizia per l’Agenzia regionale che sta già predisponendo il bando per dare corso alle segnalazioni Enac, e che disperava sul fatto che la zona potesse ricevere il via libera dell’ente per l’aviazione civile.

Ad oggi l’Areus opera infatti in deroga, con un numero contingentato di decolli ed atterraggi, e deve inoltre dirottare, appena cala il sole, gli elicotteri del pronto soccorso sull’aeroporto di Alghero, con il trasferimento dei pazienti in ambulanza all’ospedale di Sassari. Un disagio evidente, non fosse altro che per l’allungamento dei tempi, che ora si avvia finalmente a soluzione.

L’Azienda regionale Emergenza Urgenza Sardegna sta inoltre risolvendo anche i problemi legati all’elisuperficie di Nuoro, e il Brotzu sta finendo gli interventi in quella cagliaritana. Permettendo così di dare finalmente una fisionomia compiuta al sistema di soccorso in elicottero nell’Isola.

I lavori di adeguamento di Rizzeddu riguarderanno, oltre che l’illuminazione, la rimozione di alcuni ostacoli e l’adeguamento dell’ingresso oltre che l’installazione di un sistema di avvisi per gli edifici vicini all’area all’interno del compendio dell’ex ospedale psichiatrico.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes