Ruseddu, trent’anni di folk con il cuore

Il gruppo musicale nato nel 1989 festeggia una lunga carriera piena di successi

SASSARI. Il gruppo folk Ruseddu ha dato inizio ai festeggiamenti per i primi trent’anni di carriera. Nato nel dicembre 1989, da un idea dei fratelli Giuseppe e Gianni Piroddu, il duo, rispettivamente chitarra solista e voce, chitarra ritmica e voce, ha inserito nel 1993 il tastierista Tomaso Madeddu, il quale permane nel gruppo per circa un anno, collaborando alla realizzazione del cd “Li parcheggi sottu terra”.

L’album tratta di vari argomenti di attualità, un esempio su tutti, la scelta della giunta comunale dell’epoca di costruire dei parcheggi sotterranei. Nel 1995, entrano nel “Ruseddu”Gianni Mulas (bassista), Angelo Boi (batterista) e Marco Menghini alla tastiera. Nel 96 arriva il secondo lavoro dei Ruseddu dal titolo “L’accudiddi”. Nel 1997 esce il terzo album del gruppo. "Babbarottu Vecciu", che contiene il famoso “ Lu sindaggu femmina”. Il gruppo si è avvalso di collaboratori tra i quali Tino Grindi, e Salvatore Pittalis. In tanti anni di attività vanta partecipazioni a numerose trasmissioni radio e televisive, tra queste “Sunendi e cantendi”. Nel dicembre del 1999 fa ingresso il cantautore Giovannino Giordo, menestrello storico della canzone sassarese, che con il Ruseddu incide il cd “Euromacchini”. Il il disco vende oltre ventimila copie (un vero record), il lavoro contiene brani famosi come: “Lu zarrettu” , “Lu cabbu condominio”e “Ziddai d’allegria” e Abia Vuruddu che rimangono impressi nei cuori dei sassaresi. Al lavoro collaborano il tastierista Mario Luzzu ed il chitarrista Pinuccio Cossu. Nell’anno 2005 l’ingresso del tastierista Gavino Ruggiu, In questi ultimi anni il gruppo ha inciso “Lu baddu di ziu Beppe" scritto da Giuseppe Piroddu, uno tra i brani più apprezzati del cd, “L’illusioni”. Nel 2015 esce il cd, dal titolo “Vintanni umpari”. Attualmente il gruppo, che si avvale della collaborazione del maestro Luciano Simula (voce e chitarra), è composto dai fratelli Giuseppe e Gianni Piroddu (voce e chitarre), da Gianni Mulas (basso), da Gavino Ruggiu (tastiere) e da Roberto Ruocco (batteria). I trent’anni del gruppo saranno occasione di per festeggiare con diverse serate. Piero Garau



WsStaticBoxes WsStaticBoxes