Il Coro polifonico turritano a Borutta

Il concerto stasera alle 20 in occasione del Festival “Voci d’Europa”

BORUTTA . Il coro Polifonico Turritano ospite a Borutta, in occasione della XXXVI edizione del Festival internazionale di Musiche Polifoniche “Voci di Europa”, per festeggiare i suoi sessantenni di carriera. L’esibizione si svolgerà stasera a partire dalle ore 20 nel monastero benedettino di San Pietro di Sorres. Sono ben sessanta le candeline che spegnerà il più antico coro di Porto Torres. Una storia di grandi successi che contraddistingue il complesso di voci Turritano come uno dei cori più antichi della città e il migliore coro tra quelli amatoriali nazionali. Sono passati ben sessanta anni da quel novembre del 1959 quando, il gruppo di voci eseguì il suo primo concerto a Porto Torres. Da allora l’attività artistica è divenuta sempre maggiore, comprendendo oltre i 1200 concerti con un ricco repertorio che spazia dalle opere per coro e strumenti al patrimonio folkloristico della Sardegna dal canto gregoriano alla coralità dei contemporanei. Ogni anno il Coro organizza il Festival delle Voci d’Europa, al quale prendono parte i migliori complessi corali europei. Quest’anno, in occasione del sessantennio, il Festival ha preso il via il 7 settembre proprio a Porto Torres, città natale del coro, con una serie di appuntamenti che hanno visto il gruppo di coristi ospiti nelle diverse località sarde, tra cui il piccolo centro del Meilogu, come: Sorso, Mamoiada, l’isola dell’Asinara, Sassari La Crucca, l’aeroporto di Olbia Costa Smeralda, e proseguirà venerdì 4 ottobre alle ore 19 a La Crucca nel “Teatro Le Cascine”, per concludersi il 6 ottobre nella Basilica di San Gavino a PortoTorres in occasione della serata della Gioventù.

Daniela Deriu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes