Stintino, al via i lavori della pista ciclopedonale

Un'immagine aerea di Stintino

Tre chilometri di percorso dal Parco urbano alla spiaggia di Pazzona

STINTINO. Una pista ciclopedonale di tre chilometri, dal parco urbano di Stintino alle spiagge di Pazzona. È il progetto, di imminente realizzazione, inserito dall'amministrazione comunale nel Piano urbanistico comunale per recuperare quello che in passato era l'unico collegamento tra lo stagno di Pilo e il centro storico, lungo la strada panoramica.

L'opera sarà divisa in due lotti, uno dalle Tonnare al centro abitato e uno dalle Saline a Pazzona. Ad aggiudicarsi il primo per 465mila euro è stata la Conglomerati bituminosi di Simaxis, che ha già firmato il contratto e all'inizio della settimana prossima avvierà i lavori, che dureranno 120 giorni. Stesso tempo per realizzare il secondo lotto da 160mila euro, di cui è aggiudicataria la Sarda Costruzioni di Santa Maria Coghinas.

Sul primo sarà realizzato un cordolo rialzato lungo due chilometri per garantire la sicurezza di ciclisti e pedoni, sarà steso un manto antiscivolo e saranno realizzati segnaletica e illuminazione a led. Nel secondo lotto sarà realizzata una pavimentazione drenante. I lavori sulla panoramica arrivano dopo un esperimento durato un anno, durante il quale una corsia è stata trasformata in pista ciclopedonale a doppio senso mentre quella in direzione del paese ha consentito il transito delle auto.

«La sperimentazione ha funzionato - afferma il sindaco di Stintino, Antonio Diana - i percorsi naturalistici favoriscono lo sviluppo del territorio e suscitano forte appeal nei turisti e non solo. Con quest'opera avviciniamo il centro abitato alla zona litoranea a sud del territorio comunale e ai Comuni confinanti», conclude il sindaco.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes