Reis, proteste per i pagamenti in ritardo

PORTO TORRES. Tante famiglie turritane lamentano un forte ritardo di mesi nei pagamenti previsti dal Reddito di inclusione sociale. Una misura economica di sostegno che riguarda i nuclei familiari...

PORTO TORRES. Tante famiglie turritane lamentano un forte ritardo di mesi nei pagamenti previsti dal Reddito di inclusione sociale. Una misura economica di sostegno che riguarda i nuclei familiari bisognosi, che devono far fronte a spese per il proprio sostentamento.

«Gli uffici ci hanno comunicato che riusciranno ad erogare entro il mese di agosto i contributi Reis rimasti in sospeso dallo scorso anno a causa delle diverse indicazioni espresse dalla Regione Sardegna – dice l'assessora alle Politiche sociali Rosella Nuvoli – e i beneficiari saranno centocinquanta: tra questi sono compresi quegli utenti che hanno dimostrato con i giustificativi di avere diritto al sussidio».

L’assessora annuncia anche altre novità sul campo dei finanziamenti previsti dalle politiche sociali e riguardano gli utenti che devono ancora ricevere i sussidi previsti dalla legge 20.

«La Regione ci ha riconosciuto pochi giorni fa l'intero fabbisogno richiesto e sono già in pagamento le mensilità di luglio e le integrazioni delle cifre già assegnate da gennaio a giugno. Preciso – aggiunge – che l'entità delle somme erogate fino ad oggi era stata ampiamente concordata mesi fa durante una riunione con le famiglie, quando ancora non c'erano certezze sull'assegnazione da parte della Regione dell'intero fabbisogno. Ora potremo soddisfare interamente il pagamento anche di questa linea di sostegno». (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes