“I Fiore Nero”, musica e parole targate Nomadi

PORTO TORRES. Sono nati a fine settembre 2019, poco prima del lockdown hanno trovato l'assetto definitivo. Sono i Fiore Nero, da metà gennaio riconosciuti ufficialmente dall’ufficio legale dei Nomadi...

PORTO TORRES. Sono nati a fine settembre 2019, poco prima del lockdown hanno trovato l'assetto definitivo. Sono i Fiore Nero, da metà gennaio riconosciuti ufficialmente dall’ufficio legale dei Nomadi come una delle loro tribute-band sarde. I Fiore Nero, nome che rifà il verso a uno dei brani dei Nomadi, sono composti da Angelo Delogu, basso e cori; Fabrizio Bono, voce; Alberto Marongiu, chitarra e cori; Giampaolo Mura, chitarra e cori; Claudio Belmonte, batteria; Angelo Tramaloni, tastierista. Ognuno dei componenti ha alle spalle diverse esperienze musicali. I Fiore Nero ripropongono i Nomadi con arrangiamenti in chiave moderna e ai loro concerti sono presenti tutte le fasce d’età, proprio come in un live dei Nomadi. «Nei concerti proponiamo 24/25 brani, ma la scaletta è in aggiornamento», spiegano i Fiore Nero che rivelano: «In aprile, in un evento in cui ci saremmo dovuti esibire già predisposto dal fan club di Nuoro dei Nomadi Spirito vagabondo, Beppe Carletti ci avrebbe dovuto consegnare l’attestato del riconoscimento dell'ufficio legale, ma il Covid19 ci ha giocato un brutto scherzo». I Fiore Nero si esibiranno domani allo Scogliolungo Bar Garden alle 19.30. (e.f.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes