Polizza online con truffa sassarese perde 900 euro

L’uomo aveva cercato l’offerta su internet e aveva versato la somma anticipata I carabinieri hanno denunciato un disoccupato campano con diversi precedenti 

SASSARI. Risparmiare cercando offerte e proposte favorevoli su internet. Ormai è diventata una azione primaria per molte persone e le categorie sono le più disparate, e tra queste figura anche quella delle assicurazioni. Non sempre però l’affare è reale e - anzi - spesso nasconde la truffa.

Ne sa qualcosa un sassarese che ha inviato 900 euro per stipulare la polizza di assicurazione online per l’auto appena acquistata e solo dopo ha scoperto di essere incappato nelle mani di un truffatore. Quindi la denuncia ai carabinieri che - una volta conclusa l’attività di indagine - hanno individuato e denunciato l’autore della truffa.

La storia comincia agli inizi del mese di giugno quando l’uomo acquista l’auto e si adopera per trovare una proposta assicurativa a prezzi interessanti e a condizioni competitive. Così comincia a effettuare una serie di ricerche sui siti specializzati su internet. Notata la compagnia che proponeva il prezzo migliore ha deciso di procedere: ha inviato una mail ricevendo come risposta il numero di cellulare di un intermediario. Contattato il numero del sedicente intermediario è stato invitato a proseguire la contrattazione a mezzo wathsapp. Da quest’ultima piattaforma - senza effettuare ulteriori approfondimenti e certo ormai di avere definito una operazione favorevole - ha inviato i suoi dati personali e della vettura per procedere alla stipula del contratto assicurativo che gli sarebbe stato inviato solo dopo l'effettuazione del pagamento di 900 euro per la copertura assicurativa annuale.

La somma richiesta è stata inviata con riferimento all’Iban segnalato dall’intermediario ma i giorni sono trascorsi senza che la polizza sia mai arrivata all’indirizzo fornito. Sono cominciati così i primi dubbi e i primi passi effettuati per cercare di risolvere il problema hanno subito svelato che qualcosa non andava: l’intermediario, infatti, si è reso irreperibile e a quel punto - considerato che nessuno rispondeva più a messaggi di posta e chiamate - all’uomo non è rimasto altro da fare che presentare denuncia. Il provvedimento è stato formalizzato nella stazione dei carabinieri di Santa Maria La Palma che - nell’ultimo periodo - si sono resi protagonisti di una serie di indagini proprio su truffe online.

I militari hanno avviato subito le indagini sulla base degli elementi a disposizione e sono riusciti a risalire a un disoccupato campano che con precedenti specifici. L’uomo è stato denunciato per truffa.

Nel corso dell’attività investigativa è emerso anche che il numero di cellulare utilizzato per tenere i contatti con il sassarese era stato attivato utilizzando i dati asportati, con le stesse modalità, a un’altra vittima del truffatore seriale. (g.baz.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes