Sette piazze per la storia: Uri celebra la Sardegna

Partirà oggi alle 19 il ciclo di incontri tematici con studiosi, ricercatori e docenti Il vicesindaco Dettori: saranno ripercorsi oltre mille anni della nostra terra

URI. “Era il 17 agosto del 1420 quando cessò di esistere de jure l’istituzione Regno dell’Arborea (per aver il Visconte di Narbona venduto i diritti sul Giudicato a favore del Re d’Aragona); ma è imperitura, giungendo sino a noi e supererà le nostre generazioni, la forza delle idee e della cultura arborensi.”

A seicento anni dalla cessazione per legge del Regno d’Arborea, l’amministrazione comunale e la biblioteca comunale hanno programmato una serie di incontri dal titolo “Sette Piazze per la Storia - Contos de Sardigna”. «Sono fortemente convinto che un popolo trovi la sua unità e si riconosca tale nella condivisione della lingua e della sua storia – ha detto Matteo Emanuele Dettori, vicesindaco e assessore alla Cultura – Un ciclo di incontri tematici che grazie al contributo di prestigiosi amici ricercatori e docenti locali ci permetterà di ripercorrere oltre mille anni della nostra storia tra le piazze del nostro paese».

La serie degli incontri partirà questa sera alle 19 in piazza della Repubblica con la “Storia medievale: la Guerra sardo-catalana”: parteciperà Andrea Garau dell’Università degli studi di Cagliari).

Mercoledì 26 agosto, invece, sempre alle ore 19, in piazza Felice Alisa si parlerà di “Storia moderna - La dominazione aragonese e spagnola della Sardegna” con l’archivista Stefano Alberto Tedde. Venerdì 28 alla stessa ora in piazza Primo Maggio, incontro con la “Storia contemporanea: la Sardegna Sabauda sino alla fusione perfetta” con Stefano Alberto Tedde.

Si andrà avanti ancora mercoledì 2 settembre alle 19: in via Tempio si discuterà delle “istituzioni giudicali” con Vanni Piras dell’Università degli studi di Sassari. “I reati contro le donne di Sardegna visti nelle carte dell’Archivio della Corona d’Aragona” sarà invece a cura di Giacomo Floris dell’Università di Barcellona).

Venerdì 4 settembre, ore 19, nella piazza Carlo Alberto dalla Chiesa si terrà la presentazione del libro “Il cacciatore di corsari” del giornalista e scrittore Vindice Lecis.

Lunedì 7 settembre alle ore 20, sul sagrato della chiesa di Nostra Signora della Pazienza, incontro sulla “Storia della Chiesa sarda tra fede, devozione e pietà popolare” a cura di don Tore Marruncheddu.

Mercoledì 9 settembre alle ore 19 su sagrato della chiesa di Santa Maria di Paulis è prevista la presentazione del libro “Maura, l’indovina di Orotelli: Streghe nella Sardegna del ‘700”, a cura di Alessandra Derriu.

Al termine del ciclo degli eventi, a coloro che avranno partecipato a tutti e sette gli appuntamenti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes