Servizio idrico all’Asinara, pronto il primo milione

L’assessorato regionale all’Industria ha autorizzato l’accredito al Comune. È la quota del 2020 per il rifacimento della rete di distribuzione del Parco

PORTO TORRES. Il direttore del servizio per le Politiche di sviluppo delle attività produttive della direzione generale dell’assessorato regionale dell’Industria ha autorizzato la liquidazione e il pagamento dell’importo complessivo di 1 milione di euro in favore del Comune per realizzazione dell’adeguamento del sistema idrico integrato di Cala d’Oliva.

Si tratta della quota per l’anno 2020 della sovvenzione per i lavori di sistemazione del bacino di raccolta e del rifacimento della rete di distribuzione dell’isola dell’Asinara, che prevede un importo complessivo di 3milioni e 200mila euro a valere sui finanziamenti di opere infrastrutturali nelle aree di crisi della provincia di Sassari. Due anni fa era stato sottoscritto l’Accordo di programma per la riqualificazione del sistema idrico dell’isola parco, finalizzato proprio all’attuazione delle attività tecnico-amministrative connesse alla realizzazione dell’intervento nel bacino dell’ex borgo dei pescatori.

Il problema dell’acqua all’Asinara è stata una delle priorità ritenute assolutamente necessarie da presidenti e commissari che sono stati nominati ai vertici dell’Ente Parco, ma col trascorrere degli anni niente di concreto è stato mai realizzato, e dalla delibera del finanziamento regionale sono trascorsi ben 5 anni. Per evitare che gli impianti di Cala d’Oliva possano andare incontro ad un serio deterioramento, inoltre, negli anni scorsi il Comune di Porto Torres ha impegnato dal proprio bilancio oltre 300mila euro per far fronte all’emergenza idrica. Oltre ai costi del personale per assicurare le condizioni igenico-sanitarie minime sull’isola. La società in house Multiservizi, braccio operativo dell’Ente, gestirà tra l’altro fino al 31 dicembre 2020 la manutenzione ordinaria del sistema idrico integrato sul Parco. In attesa che Abbanoa - secondo quanto previsto dal protocollo d’intesa siglato quest’estate - avvii una prima parte degli interventi per la riqualificazione delle infrastrutture idriche proprio con l’investimento di 1 milione di euro. I primi interventi riguarderanno l’adeguamento dell’impianto di potabilizzazione di Cala d’Oliva, la ristrutturazione del serbatoio di Cala D’Oliva e di quello di Cala Reale, l’adeguamento degli allacci idrici e l’installazione del telecontrollo e sostituzione del quadro delle elettrico dell’impianto di depurazione di Cala D’Oliva. I lavori saranno effettuati da tecnici e operatori dell’ente idrico, su incarico del Comune e la loro realizzazione sarà preliminare al passaggio della gestione del sistema idrico. Col trasferimento dei fondi regionali dal Comune ad Abbanoa, sarà inoltre possibile avviare l’iter per la realizzazione della progettazione e degli interventi. Il restante finanziamento di 2 milioni e 200mila euro continuerà ad essere gestito direttamente dal Comune in collaborazione con Abbanoa, e sarà utilizzato principalmente per il totale rifacimento delle reti idriche e fognarie e per la messa in sicurezza del bacino del Pecorile.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes