Covid, studio a Sassari: la variante inglese in Sardegna già nel dicembre 2020

I gruppi guidati dai docenti Salvatore Rubino e Sergio Uzzau hanno messo a punto una nuova metodica per individuare la mutazione in maniera diretta e immediata

SASSARI. Una nuova metodica per riconoscere la variante inglese in maniera diretta e immediata e che, applicata a uno studio di test effettuati nei mesi scorsi, ha consentito di individuare la variante UK in campioni positivi che risalgono al periodo compreso tra dicembre 2020 e gennaio 2021. La metodica è stata messa a punto dal team di ricercatori, specializzandi e specialisti del laboratorio di Microbiologia e virologia dell’Aou di Sassari.

Gli esperti, guidati dal professor Salvatore Rubino direttore della Microbiologia e virologia e dal professor Sergio Uzzau direttore della Scuola di specializzazione, si concentrano sulle anomalie dei segnali ottenuti dai campioni positivi.

Quelli accertati nel 2020, isolati tra il 18 e il 24 dicembre, sono 5 e provengono da diverse località del Nord-Est della Sardegna. I risultati saranno pubblicati a breve, nel prossimo numero della rivista Journal of infection in developing countries.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes