I comuni insieme per l’ambiente

Tissi lancia il progetto ECOros: «Ecologia e sostenibilità, avremo cittadini e ragazzi più responsabili»

TISSI. Il principio dei comuni che fanno “sistema” insieme a soggetti privati ed associazioni, rappresenta un importante punto di forza. Con questo presupposto è nato il nuovo progetto ECOros e ha come obiettivo quello di far crescere la consapevolezza della responsabilità personale sui temi della salvaguardia ambientale, del rispetto dei territori, della tutela dei patrimoni naturali e culturali. Tissi è il comune proponente di questo progetto che punta a rafforzare la già buona sinergia che esiste all'interno dei comuni del Coros grazie alla sensibilità e lungimiranza anche degli altri sindaci: Franco Spada (Cargeghe), Federico Tolu (Muros), Pasquale Lubinu (Ossi), Andrea Modetti (Codrongianos), Enrico Lobino (Florinas). «Crediamo che questo sia più facilmente raggiungibile attraverso la cultura, il marketing territoriale, coinvolgendo attivamente le comunità in processi creativi e di partecipazione concreta» hanno detto all’unisono i sei sindaci. Il progetto ECOros 2021, ideato e coordinato da Leonardo Onida – operatore culturale e padre del festival Ottobreinpoesia –, è basato sul concetto di sinergia tra comuni e valorizzazione dei territori attraverso azioni di formazione e principio di responsabilità, riguarderà tutti i cittadini residenti a partire soprattutto dai più giovani, bambini e ragazzi delle scuole impegnati nell'apprendimento e soprattutto nella realizzazione di elementi di decoro urbano, installazioni artistiche “parlanti” che verranno esposte nei vari comuni coinvolti. I materiali di scarto, la plastica, i tessuti, i rifiuti elettronici, la carta, diventeranno così strumenti di produzione artistica. Inoltre, verranno programmati incontri con presentazioni di libri, convegni, spettacoli sui temi del territorio e dell'ambiente. «La scuola è uno spazio di cittadinanza e di cultura: la sintonia con le amministrazioni, permette una percezione molto più ampia di questa realtà – ha sottolineato la dirigente dell’Istituto Comprensivo Marcella Fiori – agendo da amplificatore e moltiplicatore della possibilità di esperienze significative, non solo per i nostri studenti, cittadini di domani, ma anche per i cittadini di oggi».

«Per noi la scuola è comunità e senso di appartenenza, presidio culturale importante e fondamentale per l'intera comunità – ha detto il sindaco di Tissi GianMaria Budroni – . A riguardo, la visione dell’amministrazione coincide con la gestione dell’Istituto Comprensivo di Ossi che opera sul territorio dei comuni interessati. Abbiamo lanciato un nuovo modello di governo locale, attraverso un progetto innovativo perché vogliamo sempre più sostenere la realtà scolastica, la cultura e la creatività. Per questo motivo – ha proseguito il sindaco Budroni – abbiamo proposto il progetto all’Istituto che si è fatto carico della gestione amministrativa e ha messo in campo le proprie competenze professionali, coinvolgendo insegnanti, alunni e genitori. L'obiettivo è renderlo più attrattivo anche per i bambini degli altri paesi del Coros».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes