Niente spettacoli, è di scena lo screening

Nughedu San Nicolò dirotta i fondi per sport e cultura a favore di giornate dedicate a ecografie e prevenzione tumori

NUGHEDU SAN NICOLO’. Niente spettacoli, facciamo gli screening. É questa l’idea del Comune di Nughedu ispirata dalla necessità di non dimenticare, anche in questo periodo di “presenza invadente” del Covid, che esistono tante altre patologie che possono diventare anche mortali. Con questo spirito il Comune, in collaborazione con le associazioni del paese, ha deciso di organizzare delle giornate di screening gratuito contro i tumori al seno e alla prostata, il 27 marzo, e delle ecografie gratuite al fegato e alla tiroide, il 24 aprile. Una iniziativa originale, inedita e di grandissimo valore, e che assume un rilievo particolare perché per finanziarla saranno utilizzati i fondi che normalmente negli anni vengono assegnati alle associazioni per lo sport, gli eventi culturali ed enogastronomici e gli spettacoli.

«Sempre più di frequente - spiega il sindaco di Nughedu Michele Carboni - stiamo affrontando un tema con cui dovremo fare necessariamente i conti negli anni a venire: la quarta ondata del Covid, quella che ci vedrà tutti vaccinati, o almeno così si spera, si abbatterà su tutti coloro che in questi lunghi mesi di pandemia hanno dovuto sospendere cure, screening e controlli relativi a tutte le altre patologie che nel mentre non hanno smesso di esistere. Per questo nelle scorse settimane abbiamo interpellato le associazioni culturali del paese e concordato con loro su quanto sia necessario intervenire sulle croniche carenze della sanità pubblica in un periodo storico come questo e al contempo dare una possibilità anche a chi ha difficoltà ad approcciarsi con il servizio privato, sia per questioni logistiche che di meri costi economici non sempre sopportabili dalle famiglie».

«Le somme che quest’anno sarebbero state impiegate per le varie manifestazioni - dice il sindaco - come il carnevale o le cantine, oltre alle cifre da destinare al campionato della nostra squadra di calcio, verranno spese per alcune giornate di screening gratuito per la comunità, in quell’ottica di amministrazione partecipata, inclusiva e condivisa che fin dal primo giorno ha indirizzato lo spirito di questo gruppo che mi onoro di rappresentare. Siamo orgogliosi della nostra gente, del nostro paese e delle nostre associazioni - conclude il primo cittadino - che fin da subito hanno aderito massivamente a questo nostro progetto».

Non è la prima volta che a Nughedu vengono organizzate giornate di screening gratuiti, ma quella di quest’anno ha una importanza particolare. Perché occorre ricordare sempre che, come sottolinea ancora il sindaco Carboni, «prevenire, quando possibile, una patologia costa mediamente 30 volte meno rispetto alla cura». Nei prossimi giorni saranno rese note le modalità di partecipazione agli screening.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes