Ettore galoppa verso il suo sogno

Un giovanissimo fantino di Nule lavora da due anni in una scuderia francese

NULE. Sveglia all’alba, allenamenti alle 6, cura del cavallo e poi a scuola. È questa la nuova vita di Ettore Mellino, diciassettenne di Nule che, spinto dalla passione per i cavalli e le corse, ha deciso di prendere il volo per la Francia, dove, da due anni, studia e si allena.

Ettore, che compirà la maggiore età a settembre, giovedì scorso ha fatto il suo esordio tra gli italiani a Chantilly nel “Prix Dupont Restauration” al galoppo di “Star of saints”, una bellissima femmina purosangue inglese di tre anni, della prestigiosa scuderia “Al Shira'aa Farms”. La scuderia di Ettore è la “Carlos Laffon Parias”. «Sono molto grato a loro –dice – per tutto quello che mi stanno insegnando, soprattutto Cristof, caporale di scuderia, e Katrin”. La scuola che frequento è l’Afasec, e si trova a Gouvieux, nell’alta Francia, a due chilometri da Chantilly. La scuola ci permette di conseguire sia l’apprendimento per diventare fantino che l’acquisizione del diploma di scuola agraria». Ettore arriva da una famiglia con una forte tradizione e passione per l’ippica, il padre Antonio possiede una scuderia di cavalli da corsa anglo-arabi e puro sangue arabi.

«Nostro figlio ha sempre avuto questa passione fin da piccolo – ha raccontato la madre Maria Rita – ma non ci aspettavamo questo importante passo: diceva sempre di voler diventare un fantino a livello professionale, e un bel giorno ha preso la decisione di partire. Siamo soddisfatti del suo percorso e ci auguriamo che per lui la strada sia sempre ricca di emozioni».

Elena Corveddu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes