Viaggio fotografico fra i luoghi abbandonati, il progetto del sassarese Alessandro Doro

SASSARI. “Un posto nel tempo” è il titolo del progetto fotografico creato dal sassarese Alessandro Doro. «L'intento è quello di ridare vita ai luoghi abbandonati e dimenticati dalla società contemporanea - spiega il fotografo -, la società del consumo in corsa perenne, in cui tutto ciò che non riesce a stare al passo parrebbe destinato a diventare irrimediabilmente vecchio e, conseguentemente, a perdere ogni ragion d’essere fino a cadere nell’oblio. Ma questi luoghi nascondono una infinità di storie che aspettano di essere raccontate. Al loro interno sembra di percepirne gli abitanti in scorci di vita quotidiana, con le loro emozioni e inquietudini. La macchina fotografica è ormai l’unico mezzo attraverso il quale questi luoghi possono riemergere dal silenzio a cui sono stati condannati». Alessandro Doro è nato a Sassari nel 1979 e si è avvicinato per caso alla fotografia nel 2014. Ha quindi iniziato a seguire diversi corsi di fotografia tenuti dal fotografo con Marco Sanna dell’Associazione Mastros de Lughe e ha vinto il concorso fotografico #sassaridalbus nel 2015. «Per me la fotografia è una forma di comunicazione emozionale - conclude il sassarese -, un linguaggio che riesce a trasmettere sensazioni che le parole non esprimono. Inoltre unisco questa passione per il trekking e l’esplorazione e, per finire, da circa un anno ho iniziato a dedicarmi con soddisfazione al genere del ritratto, di cui qualche foto è già stata pubblicata sul quotidiano “La Nuova Sardegna”». (Alessandro Doro su Instagrame su Facebook) (a cura di Federico Spano)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes