Paesaggi come opere d'arte, il mondo visto in verticale nelle foto di Andrea Marongiu

Mare, spiagge, campagne, piazze: i paesaggi più comuni, nelle fotografie di Andrea Marongiu, si trasformano in mondi fatti di geometrie, simmetrie, ombre ed equilibri. Un gregge di pecore si trasforma in una texture fantastica, così come le impronte sulla sabbia, in linea con la battigia e l'infrangersi delle onde, diventano un'opera d'arte astratta. «Questa serie di foto è nata con l'idea di vedere le cose "a testa in giù" - racconta il fotografo oristanese Andrea Marongiu -, quindi con una visione zenitale. Ormai, ovunque mi trovi immagino la scena vista dall'alto verso il basso. Spesso mi ritrovo alla ricerca di geometrie, perché mi danno un senso di tranquillità. I soggetti sono molteplici, si passa da un gregge di pecore alle onde. Alle volte mi piace inserirmi nel contesto per riuscire a dare l'idea della grandezza del posto in cui mi trovo». Andrea Marongiu sta dedicando il tempo libero dal lavoro di fotografo, alla fotografia aerea, perché gli dà il modo di sperimentare situazioni nuove che stimolano la sua creatività. Entro l'anno, Andrea spera di poter avere una occasione per fare una mostra. È possibile vedere le sue foto e i suoi video sulla sua pagina Facebook e sul suo account Instagram (Andrea Marongiu su Facebooke su Instagram) (a cura di Federico Spano)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes