I nuraghi visti dal cielo, la Sardegna magica di Fabrizio Pinna

C'è chi colleziona francobolli, chi monete, poi ci sono quelli che "collezionano" nuraghi. Tra questi c'è Fabrizio Pinna, militare dell'aeronautica con una passione straordinaria per la fotografia (è bravissimo) e per l'archeologia della Sardegna. Passione che condivide con la sua compagna, Alessandra Cossu, e la splendida cucciola di Labrador, Farah, che li segue in tutte le avventure, dal mare alla montagna. In questa straordinaria serie di foto, trentuno nuraghi (in gran parte poco noti), fotografati dal drone da Fabrizio Pinna. Le immagini danno davvero l'idea di quanto straordinarie siano queste costruzioni millenarie. «Partiamo dicendo che non siamo archeologi, nella vita facciamo tutt'altro - spiega Fabrizio Pinna, ma siamo sardi e siamo orgogliosi delle nostre origini, con tanta voglia di far conoscere a tutti il patrimonio archeologico della nostra terra. Ci siamo messi questo obiettivo, e per renderlo possibile abbiamo deciso di utilizzare i nostri profili social personali per postare i nostri scatti, in modo da divulgare più informazioni possibili. Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di un lavoro, ma invece no. Ogni giorno libero che abbiamo, e ogni risparmio, lo utilizziamo proprio per questo. Tutti i weekend programmiamo una zona da battere, studiamo i siti di interesse e via, si parte. Sarebbe bellissimo vedere sempre più persone interessarsi a questo stile di vita. Quest'isola non deve vivere solo di mare, le spiagge sono solo la cornice di un quadro meraviglioso chiamato Sardegna». (a cura di Federico Spano) (Ecco gli account Instagram di Fabrizio Pinna, Alessandra Cossu e Farah)

Il giro della Sardegna con un labrador e una macchina fotografica

WsStaticBoxes WsStaticBoxes