Infinito “Frankie”: anche la Regina ammirata dal fantino

Il “sardo” Dettori continua a dominare l’ippica mondiale Ad Ascot Elisabetta II gli consegna la settima Gold Cup  

SASSARI. Frankie Dettori continua a stupire. A 48 anni è sempre il miglior fantino al mondo. Il jockey nato a Milano ma da padre sardo, Gianfranco originario di Serramanna, è l’eroe dei due mondi dell’ippica, visto che ha vinto in lungo e in largo: dagli Stati Uniti, al Giappone, dall’Europa all’Australia. Ha vinto per sei volte la classicissima del galoppo: l’Arc de Triomphe, l’ultima nel 2018 con Enable. Ma la sua sete di vittorie non si placa ancora. L’ultima perla, Frankie, The italian, come amano chiamarlo gli appassionati inglesi del galoppo, è stata la quaterna secca all’ippodromo di Ascot, il tempio delle corse ippiche. In un solo pomeriggio, giovedì 20 giugno, Dettori ha infatti vinto tutti e quattro i Gran premi a cui ha preso parte. Successi che impreziosiscono una carriera già luminosissima.

Fra le quattro vittorie, va segnalata intanto la settima volta nella Gold Cup, competizione di Gruppo 1 che aveva una dotazione di mezzo milione di euro. Una vera sinfonia, questa ennesima affermazione, ottenuta in sella al fortissimo Stradivarius, che Frankie ha interpretato nel migliore dei modi, mandando a pezzi le speranze dei quotati rivali che gli erano stati schierati contro sul prezioso turf di Ascot.

In precedenza Dettori aveva vinto le Norfolk Stakes in sella a A’Alì, quindi aveva portato Sangarius primo sul palo delle Hempton Court Stakes, e ancora con un finale in gran rimonta si era aggiudicato le Ribblesdale Stakes guidando Star Chatcher.

Alla fine della corsa principale, la Gold cup, la premiazione con la Regina Elisabetta II in persona a consegnare il trofeo. La 93enne sovrana d’Inghilterra è una grande appassionata di cavalli, ne possiede parecchi e qualcuno è stato portato alla vittoria in passato proprio da Frankie Dettori., Durante la premiazione i due, che si conoscono da diverso tempo, hanno scherzato come vecchi amici. Del resto Frankie è certamente l’italiano più famoso in Inghilterra. La sua fama crebbe a dismisura nel 1996, quando proprio all’ippodromo di Ascot infilò un pomeriggio unico vincendo tutte e sette le gare in programma e facendo ricco un pazzo scommettitore che puntò su quell’ evento “impossibile” da realizzare. Ma per Frankie, davvero, “Imposdsibile is nothing”.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes