Tutti i successi della Dinamo, da Assago a Würzburg per fare la Storia

Il ghiaccio rotto con la Coppa Italia 2014, poi il magico triplete dell’anno successivo e la prima impresa europea

SASSARI. «Non abbiamo mai vinto un c....», hanno cantato per anni i tifosi della Dinamo, che hanno sempre vissuto sul filo dell’ironia l’assenza totale di trofei esposti nella bacheca della società. C’era la coppa consegnata nel 2010 per la vittoria nei playoff della Legadue, valsa il salto nella massima serie, ma la Dinamo era comunque arrivata seconda e non si trattava di un vero trofeo vinto.



La storia inizia a cambiare nel weekend tra il 7 e il 9 febbraio 2014: il bivio è il Forum di Assago, sede della fase finale della Coppa Italia, dove il Banco di Sardegna di Meo Sacchetti si presenta da outsider ma finisce per sorprendere tutti: la superfavorita Milano viene superata nel quarto di finale per 82-80; in semifinale l’ostacolo Reggio Emilia viene superato di slancio e nella finalissima, contro l’ultima grande Montepaschi Siena, vede una grande partenza dei sassaresi, trascinati da Travis Diener (eletto Mvp), che vincono per 80-73 e conquistano il loro primo trofeo.



La sensazionale stagione del triplete è dietro l’angolo: nel primo impegno della stagione 2014-’15 la Dinamo conquista sul parquet del PalaSerradimigni la Supercoppa Italiana, superando prima la Virtus Roma, pria di schiantare l’Armani Milano in finale, con Jerome Dyson eletto Mvp. La Final Eight 2015 di Coppa Italia si gioca a Desio, dove la Dinamo si presenta non in perfette condizioni, ma fa ancora centro; Cremona cade 74-63, Reggio in semifinale si arrende 77-65, e in finale è ancora Sassari-Milano: Logan (Mvp) trascina i suoi al successo, 101-94 e consegna alla bacheca di via Nenni il terzo trofeo. Ma il bello deve ancora arrivare: ai playoff la squadra di Sacchetti fa fuori prima Trento (3-1 dopo aver perso gara1), poi Milano in una incredibile serie in 7 gare con la vittoria decisiva arrivata all’overtime. Infine la finalissima con Reggio Emilia, che vede rispettato il fattore campo per 6 gare, prima del blitz al PalaBigi nella “bella”: il 26 giugno 2015 la Dinamo vince 73-75 ed è campione d’Italia.



Cosa manca? Un bel trofeo internazionale, certo. L’attesa dura 4 anni: il primo maggio 2019 la Dinamo di Gianmarco Pozzecco vince a Würzburg per 79-81 bissando il successo dell’andata (89-84) e conquista la Fiba Europe Cup dopo essere partita dai preliminari della competizione.


 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes