Latte Dolce, lavoro e tante amichevoli: la ricetta di Udassi

SASSARI . Al "Basilio Canu" di Sennori si lavora e si giocano le prime amichevoli. Il Latte Dolce sta intensificando la preparazione per arrivare in buona forma ai primi appuntamenti ufficiali della...

SASSARI . Al "Basilio Canu" di Sennori si lavora e si giocano le prime amichevoli. Il Latte Dolce sta intensificando la preparazione per arrivare in buona forma ai primi appuntamenti ufficiali della stagione di Serie D. Ritmi alti e massima concentrazione, il tecnico Stefano Udassi non fa sconti ai suoi ragazzi e il programma biancoceleste è già ricco di impegni, aperto dalle prime sgambate in famiglia. In vista dell'avvio del campionato (il quinto di fila in quarta serie per i sassaresi) fissato al 27 settembre, a cui seguirà tre giorni dopo la gara d'esordio in Coppa, è stato stilato un nutrito elenco di amichevoli, per testare progressi atletici e di natura tecnico-tattica. Le prime due sono state disputate nei giorni scorsi e hanno dato utili indicazioni allo staff tecnico sassarese. Contro l'Atletico Uri, avversario di Eccellenza guidato dall'ex Max Paba, il Latte Dolce ha realizzato 7 reti (a zero), firmate dal rientrante ed ex giallorosso Luca Scognamillo (per lui una doppietta), e da Bianchi, Grassi, Cabeccia, Marcangeli e dal nuovo acquisto Kone. Il secondo match, col Portotorres, è finito 4-1 con i gol di Marcangeli, Bianchi, Grassi e rigore del bomber Scotto. I prossimi test vedranno i biancocelesti affrontare il 2 settembre alle 18 (sempre a Sennori) l'Ossese, sabato 5 l'Usinese allo stesso orario ma a Usini, mercoledì 9 ancora alle 18 la Lanteri - con sede di gioco ancora da definire - e sabato 12 alle 18 a Stintino c'è la sfida con la squadra locale. Si chiude col ritorno a Sennori sabato 19. Ancora da decidere l'avversario anche se potrebbe essere il team padrone di casa.

La preparazione precampionato della prima squadra è una fase fondamentale della stagione, se si semina bene si potranno raccogliere frutti importanti nei prossimi mesi. Ma la società di Roberto Fresu non trascura l’ambito giovanile e porta avanti la capillare rete di affiliazioni per irrobustire il suo progetto di crescita. L'ultima sinergia in ordine di tempo si è creata con la Pgs Don Bosco di calcio a 5, che opera negli spazi dell'oratorio salesiano, con l'intento di valorizzare i ragazzini del vivaio. «L'attenzione verso il settore giovanile – ha ribadito il presidente – resta la nostra priorità. Sui giovani abbiamo sempre puntato e continueremo a farlo». Entusiasmo anche da parte della Don Bosco per la nuova collaborazione, «che nasce oggi – dice il suo presidente Tore Vinci – ma guarda lontano. Con il Latte Dolce siamo sulla stessa lunghezza d'onda, il suo progetto di inclusione sociale è meritevole ed efficace, così come il nostro». (sa.u.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes