Godin si presenta: "Cagliari una scelta del cuore"

L’uruguaiano: Qui è nata mia moglie e voglio contribuire a una crescita importante della squadra

CAGLIARI. La scelta di Cagliari, una scelta del cuore. Diego Godin lo confessa subito nella conferenza stampa di presentazione organizzata alla Sardegna Arena “Il Cagliari è una squadra che mi piace, e poi avevo anche tanti motivi per venire qua - dice il centrale uruguaiano -. Mia moglie Sofia è nata qua e ho sempre sentito parlare bene della città e dei tifosi”.

La svolta nella decisione finale l’ha data il tecnico Eusebio Di Francesco. “Prima di firmare ho parlato con l’allenatore - sottolinea Godini - e mi è piaciuto molto il progetto".

Ma la prima mossa l’ha fatta una vecchia conoscenza dei tifosi rossoblù, Pepe Herrera. “Mio suocero è stato il primo a parlare con me della possibilità di giocare qui. Poi anche Radja e Barella mi hanno detto cose importanti. E poi Nandez, che mi ha chiamato tutti i giorni al telefono, prima della scelta definitiva”.

Godin parla anche dell’Inter, esperienza interrotta dopo una stagione, “Io ho giocato li - confessa Godin - in una situazione totalmente diversa da quella che ero abituato nella mia carriera. Ma credo sia andata bene, visto il secondo posto in campionato e la finale Uefa”.

Infine il futuro. “Io cerco sempre di imparare, di crescere. Sono venuto con la voglia di contribuire dentro e fuori. Le prime due partite sono state difficili contro squadre che giocavano insieme da anni. Ma sono certo che il Cagliari migliorerà man mano che si andrà avanti. Siamo 4 uruguaiani in squadra, due giocano con me anche in nazionale, Oliva un giovane che ha un grande futuro. Sì, averli a fianco è importantissimo per integrarsi rapidamente”.

Giulini spiega. “Godin è un campione che ci ha scelto e che ci aiuterà a crescere in questi anni. Ci sono state trattative diverse prima come con Fazio, abbiamo battuto diverse strade. Ma sono felice di non aver concluso queste trattative perché è arrivato Godin".

WsStaticBoxes WsStaticBoxes