Benedetta Cadeddu “battezza” la stagione all’aperto dell’atletica

CAGLIARI. Un salto e tre record sardi e qualche altro buon risultato nella manifestazione di apertura della stagione outdoor dell’atletica sarda. A Cagliari ancora protagonista la campionessa...

CAGLIARI. Un salto e tre record sardi e qualche altro buon risultato nella manifestazione di apertura della stagione outdoor dell’atletica sarda. A Cagliari ancora protagonista la campionessa italiana cadette Benedetta Cadeddu (Libertas Campidano). Scavalcando l’asticella del salto con l’asta allieveU18 al nuovo personale di 3,52 ha migliorato il record sardo U18 (da lei stessa detenuto), U20 e U23 (3,50 di Francesca Lissia, 2003). In una giornata caratterizzata dal forte vento, bene anche l’altra allieva 1° anno Irene Carroni (Atl.Orani), con esordio sui 100 in 12”58, davanti all’altra allieva Eleonora Serra (Tespiense, 13”08). Sempre sui 100 bene il pari età U18 Emanuele Perra (Tespiense) con 11”46 (+1,3). Nei 400 successi per Nicolo Aresti (Olympia Villacidro) e per Francesca Serra (Atl.Santadi) con 52”18 e 1’02”73. Tra le cadette da segnalare negli 80 metri 10”25 e 10”91 (+2,5) per Elisa Marcello e Iris Chirigu e nei 1000 metri personali per Alice Vicari (Atl.Elmas) e Sara Lucarelli (Porto Torres) con 3’28"07 e 3’28"74 e Leonardo Concu (Olympia Villacidro) con 2’53"97. Nei lanci 10,20 nel peso kg 4 per Maria Grazia Capitta (Cus SS), 39,70 per Riccardo Ledda (Dinamica Sardegna) nel disco Kg 1,5 e sempre nel disco allieve 29,32 per Annunziata Cattolico (Lib.Campidano) . (r.sp.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes