“Rusty Dogs” con 50 storie noir curate da Emiliano Longobardi

SASSARI. Tutto è iniziato nel novembre del 2009 con l’apparizione sul web della prima storia. Quasi dieci anni dopo il viaggio si conclude con l’episodio finale, il cinquantesimo. C’è voluto più...

SASSARI. Tutto è iniziato nel novembre del 2009 con l’apparizione sul web della prima storia. Quasi dieci anni dopo il viaggio si conclude con l’episodio finale, il cinquantesimo. C’è voluto più tempo del previsto, ma Emiliano Longobardi ha finalmente portato a termine il suo ambizioso e originale progetto: “Rusty Dogs”, una serie a fumetti composta da cinquanta storie brevi crime-noir pubblicate su un blog (rusty-dogs.blogspot.com).

Un webcomic caratterizzato dal coinvolgimento di tanti fumettisti che hanno accettato di collaborare con lo sceneggiatore sassarese. Se infatti tutti gli episodi sono scritti da Longobardi, ognuno è illustrato da un disegnatore diverso. Quello finale, intitolato “Ultimo canto”, da Giorgio Pontrelli. Cinquanta ministorie, che si possono leggere autonomamente ma collegate abilmente tra loro da un sottile fil rouge, per altrettanti importanti disegnatori del panorama nazionale e non solo. Nella lista anche alcuni dei più affermati fumettisti sardi: da Pier Gallo a Daniele Serra, da Massimo Dall’Oglio ad Antonio Lucchi.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes