Orosei trattiene il respiro per Mahmood

Mercoledì al Festival di Sanremo l'esibizione del cantante di origini sarde: la famiglia si riunirà in casa della zia Mina per fare il tifo

OROSEI. Mancano solo due giorni all'inizio della sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo condotto per il secondo anno consecutivo da Claudio Baglioni affiancato da Claudio Bisio e Virginia Raffaele. La kermesse della musica italiana andrà in onda dal 5 al 9 febbraio su Rai 1. Saranno ventiquattro i cantanti in gara: ventidue sono artisti già affermati mentre gli ultimi due provengono da Sanremo Giovani 2018. Ed è proprio tra questi due vincitori che sul palco del Teatro Ariston spunta un pizzico di Sardegna: Alessandro Mahmoud, in arte Mahmood, padre egiziano e madre sarda originaria di Orosei è stato infatti il secondo vincitore di Sanremo Giovani. All’Ariston si presenterà col brano “Soldi”, che eseguirà nella seconda serata di mercoledì, mentre nella serata dei duetti in programma venerdì si esibirà con il rapper Guè Pequeno.

In casa Frau, il cognome della madre, la tensione è alta e tutta la sua grande famiglia aspetta con trepidazione di vedere nuovamente sul palco più importante della canzone italiana Alessandro, che ha mantenuto legami fortissimi con il ramo sardo della famiglia. La madre Anna ha lasciato il paese natale da giovane insieme ai suoi fratelli per trasferirsi a Milano dove Alessandro, classe 1992, padre egiziano, è nato e cresciuto, e dove ha coltivato sin da piccolissimo la sua grande passione per la musica con grandi sacrifici. Nel 2016, quando Alessandro ha partecipato al Festival di Sanremo nella sezione Giovani con il brano “ Dimentica” tutti a Orosei hanno seguito con sincero orgoglio il percorso del cantante che in quella occasione si classificò quarto attirando comunque l'attenzione della critica. Questa volta l’emozione sarà ancora più forte, visto che si tratta del “vero” Sanremo. Sarà una settimana che coinvolgerà l’intera comunità di Orosei, che ha visto Mahmood crescere come persona e come cantante: sin da bambino Alessandro ha sempre trascorso le vacanze nel paese della madre e durante l'estate si è esibito in più occasioni. A Orosei anche quest'anno il punto d'incontro per i suoi familiari sarà la casa della zia Mina, dove zii e cugini faranno grande tifo.

Mahmood ha conquistato il diritto di ingresso a Sanremo 2019 con il brano “Giovenù bruciata” una traccia particolarmente sentita e dai temi personali scritta con Ceri, eclettico produttore già al lavoro con diversi artisti come Frah Quintale, Franco126, Jack The Smoker, Coez e Salmo. Questo per lui è un momento particolarmente felice non solo nelle vesti di cantante ma anche di autore: infatti dopo il brano latino “Nero Bali”, scritto con Dario Faini per Elodie e Michele Bravi premiato col disco di platino, ha co-scritto con Marco Mengoni e altri autori, tre brani del nuovo album di Mengoni “Atlantico”, tra cui “Hola (I Say)”, il duetto con Tom Walkerin questi giorni in programmazione in radio. Nel mese di dicembre è stato pubblicato “Doppio Whisky”, la traccia inedita di Guè Pequeno che contiene il suo featuring e che fa parte della colonna sonora di “Sinatra”, la miniserie in tre episodi del rapper trasmessa in esclusiva su Timvision. Il brano inedito che porterà martedì al Teatro Ariston, “Soldi”, lo ha scritto in prima persona insieme a C. Charles e Dardust.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes