Vai alla pagina su Tutto Dinamo

Il Banco stakanovista tira il fiato

Basket, la squadra torna al lavoro dopo due giorni di riposo: sabato la gara numero 50 della stagione

SASSARI. Finali roventi, gare tiratissime nelle quali riuscire a mantenere i nervi saldi è una delle doti più importanti. La Dinamo si prepara a entrare in clima playoff “allenandosi” in sfide punto a punto che, nelle ultime settimane hanno portato risultati eccellenti. A Cremona, contro Brindisi e a Trento sono arrivati altrettanti successi al termine di match equilibrati, pieni di errori da entrambe le parti e anche per questo complicatissimi. Appena mezzo canestro di margine nei primi due casi, 9 punti sabato sera al PalaTrento, ma il match è stato equilibratissimo per oltre 38 minuti e i biancoblù hanno dato la spallata decisiva soltanto negli ultimi 90” di gioco.

Dopo i due mesi neri dello scorso autunno, con una serie infinita di partite gettate via nei minuti o addirittura nei secondi finali, la squadra di Federico Pasquini è riuscita a fare un passo in avanti a livello di lucidità, sangue freddo e cattiveria. Tra campionato e Champions league sono infatti arrivate diverse vittorie allo sprint, in alcuni casi decisive.

Pile in carica. Dopo la vittoria di sabato sera in Trentino, Federico Pasquini ha concesso a tutto il gruppo due giornate intere di riposo, che hanno consentito a tutti i giocatori (americani esclusi) di tornare nelle rispettive città d’origine. Quarantott’ore abbondanti di scarico completo, soprattutto a livello mentale, che possono davvero fare la differenza in vista dello sprint finale e degli eventuali playoff. Oggi il gruppo biancoblù tornerà in campo agli ordini dello staff tecnico e del preparatore per un doppio allenamento. All’orizzonte c’è già il prossimo impegno di campionato, con l’anticipo di sabato sera valido per la quart’ultima giornata di campionato. Per Rok Stipcevic e compagni si tratterà della partita ufficiale numero 50 della stagione: da metà ottobre a oggi, infatti i sassaresi hanno disputato 26 gare di campionato, 3 nella Final Eight di Coppa Italia e 20 in Champions League. Sabato al Palazzetto arriva la Betaland Capo d’Orlando di Drake Diener, una delle rivelazioni del campionato, che è stata appena superata in classifica dai sassaresi ma punta con decisione a un posto nei playoff. All’andata, al PalaFantozzi, il Banco giocò una delle partite meno brillanti della sua stagione e finì ko per 72-65.

Trento si rinforza. Gli infortuni della settimana scorsa sono stati un bruttissimo colpo per la Dolomiti Energia Trento, che è tornata sul mercato. Dopo evere perso in un colpo solo Devyn Marble e Filippo Baldi Rossi, la squadra guidata da coach Buscaglia ha tesserato l’ala americana di passaporto danese Shavon Shields,proveniente dai tedeschi del Fraport Skyliners. 22 anni, 201 centimetri per 97 chili di peso, Shields è un rookie nato e cresciuto a Overland Park, nel Kansas,

che dopo una brillante carriera universitaria a Nebraska (16,8 punti e 5,1 rimbalzi nella sua stagione da senior) ha iniziato la sua prima stagione da professionista nel campionato tedesco. Shields, a Trento da ieri, sarà in campo già domenica a mezzogiorno contro Brindisi. (a.si.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare