La Nuova Sardegna

Tutto Dinamo
Basket

La Dinamo convoca i tifosi

di Mario Carta
Jamal Jones al tiro
Jamal Jones al tiro

Alle 20.30 l'anticipo con la Reyer dell'ex Spissu (in forse)

04 marzo 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Contro Venezia non è mai una partita banale, dalla finale scudetto persa in gara7 agli altri innumerevoli confronti, sempre ad altissimo livello. E non lo sarà neanche questa sera alle 20.30 al PalaSerradimigni, nell’anticipo della ventesima giornata della serie A di basket che riparte dopo la sosta di due settimane per le Final8 e la Nazionale. Non è banale ritrovare Marco Spissu, non lo è giocarsi due punti già fondamentali nella corsa playoff, in una classifica ancora cortissima. E non lo è perché dopo ogni sosta c’è sempre qualche punto interrogativo da spazzare via. Ma coach Piero Bucchi è sereno. «Le partite sono figlie degli allenamenti, noi abbiamo lavorato bene e reinserito Bendzius e Treier dopo i loro impegni nelle nazionali. Abbiamo voglia di giocare e sono convinto che ci sarà il giusto atteggiamento, vedremo la nostra condizione e la loro, che hanno cambiato allenatore prima della sosta».

La Dinamo viene da 5 vittorie nelle ultime 6 partite, lanciatissima. «Sono numeri molto importanti che confermano il fatto che ci siamo ritrovati – prosegue il tecnico della Dinamo –. La squadra ha cambiato completamente passo. In questo lavoro non ci si inventa nulla, ma avere la tranquillità post infortuni aiuta. Inizia la fase più importante del campionato e vogliamo dare il massimo, mi farebbe molto piacere vedere un pubblico numeroso e caldo, spero che vengano in tanti. È molto importante per i giocatori». Marco Spissu (spalla) in forse fino all’ultimo per Venezia, Robinson da valutare tra i biancoblù. «Ha ripreso bene anche se ha avuto l’influenza gli ultimi giorni, però non è ancora al massimo. Deciderò all’ultimo con chi partire in quintetto».

Le piacerebbe allenare Spissu? «La Sardegna riabbraccia un amico e un fratello, in tanti aspettano di vederlo. Marco è un ottimo giocatore, chiunque lo vorrebbe in squadra. Ha fatto altre scelte di carriera che lo stanno gratificando gli auguriamo un grosso in bocca al lupo. Sono contentissimo dei miei giocatori ma Marco è un giocatore che allenerei volentieri».

Poi, gli avversari, e una vittoria da conquistare ribaltando magari il -10 dell’andata. « Venezia è una squadra molto buona, lunga e profonda. Non puoi limitare un giocatore o due però dobbiamo soprattutto pensare a noi: dovremo essere un po’ sfacciati, ma non superficiali». D’accordo con il coach l’ala Jamal Jones: «È una grande sfida, sono una squadra molto forte ma anche noi stiamo facendo molto bene, siamo pronti e preparati per fare una bella partita. Gli ultimi due mesi sono quelli che contano».

 

In Primo Piano
Criminalità

Nuoro, 45 chili di marjuana e 74mila euro in contanti: arresto della polizia in città

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative