«Ospedale Marino in Aou serve subito chiarezza»

Mozione urgente da parte dei consiglieri comunali dei gruppi di opposizione Invito al sindaco Conoci affinché indichi alla Regione la volontà del territorio  

ALGHERO. Resta alto l’interesse sul sistema sanitario algherese. E in primo piano - oltre alla crescente attenzione per l’emergenza Covid - c’è la questione dell’ospedale di Alghero per il quale viene ipotizzato il passaggio tramite incorporazione all’Azienda ospedaliera Universitaria di Sassari.

Se ne discute in maniera serrata ormai da diverse settimane e ieri sulla vicenda sono tornati i gruppi di opposizione in consiglio comunale che hanno depositato una mozione urgente.

«Il sindaco di Mario Conoci, formalizzi con sollecitudine massima alla giunta e ai consiglieri regionali la volontà del territorio algherese sulle prospettive della sanità cittadina, espressa anche nell'ultima seduta aperta del 31 luglio scorso».

É questa la richiesta avanzata dai consiglieri comunali di minoranza Pietro Sartore, Gabriella Esposito e Mario Bruno di Per Alghero, Raimondo Cacciotto e Ornella Piras di Futuro Comune, Mimmo Pirisi del Pd, Valdo Di Nolfo di Sinistra in Comune e Graziano Porcu e Roberto Ferrara del Movimento Cinque Stelle. Gli esponenti dell'opposizione hanno depositato ufficialmente la mozione urgente con cui chiedono di «subordinare ogni decisione sull'incorporazione dell'Ospedale Marino “Regina Margherita” di Alghero all’Aou di Sassari al mantenimento per il sistema ospedaliero di Alghero dei requisiti, delle discipline e degli standard necessari per classificarlo come Dea di primo livello, al mantenimento dei servizi specialistici e dei reparti incardinati o da incardinare all'Ospedale Marino, come Oculistica, Diabetologia, Pneumologia e Lungodegenza, all'individuazione delle risorse per il nuovo ospedale di Alghero, previsto dal Piano sanitario regionale vigente». La mozione assume carattere di urgenza - secondo i presentatori - « perché in consiglio regionale è stato depositato un emendamento al Testo unificato di riforma del Sistema sanitario regionale che ipotizza il passaggio del Regina Margherita alla Aou di Sassari».

L'opposizione non ci sta a vedere passare decisioni che riguardano la città e il territorio algherese senza che ci sia stato un adeguato confronto preventivo, magari sentendo anche il pronunciamento popolare.

«Non vorremmo che ancora una volta passasse sotto silenzio la volontà del territorio algherese – concludono i consiglieri di minoranza - sarebbe di una gravità assoluta». Il confronto è aperto e la proposta da più parti è stata quella di valutare con attenzione vantaggi e criticità che potrebbero scaturire dalla proposta di incorporazione del “Marino” nell’Aou di Sassari.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes