Riprendono i lavori per la circonvallazione

Andrà a congiungersi con l’ultimo tratto della Sassari-Alghero a 4 corsie Sarà pronta fra tre anni, si parte con l’espianto di 650 ulivi presenti sul tracciato

ALGHERO. A giorni riprenderanno i lavori per la circonvallazione che collegherà la città da nord a sud, andando a congiungersi con la strada a quattro corsie Sassari-Alghero per la quale è stato dato il via libera per l’ultimo tratto da Rudas alla città.

Iter lunghissimi e complessi che ora proseguiranno con l'espianto di circa 650 alberi di ulivo presenti lungo il tracciato. Questo arriva dopo la firma del verbale di consegna del cantiere all'impresa Angius costruzioni. I lavori partiranno dalla zona dove si congiungerà con la quattro corsie, il cui ultimo tratto ha avuto recentemente il via libera dal Cipe. L’impresa Angius, capogruppo dell’Ati aggiudicataria dei lavori, avvia dunque il cantiere e in circa tre anni, 810 giorni lavorativi, dovrà consegnare la circonvallazione a quattro corsie, con tutta una serie di rotatorie nelle varie intersezioni. La bretella congiungerà via Vittorio Emanuele (confluenza col quartiere del Carmine), la Strada Statale 292 (strada per Villanova) all'altezza di viale della Resistenza e la strada provinciale 105 per Bosa. Cinque le rotatorie previste : via Vittorio Emanuele, in via Marconi, via Carrabuffas, strada per Valverde e incrocio tra Via Giovanni XXIII e viale della Resistenza. La strada sarà articolata in quattro corsie (due per senso di marcia), con uno spartitraffico centrale di tre metri, un marciapiede su entrambi i lati e una pista ciclabile per una larghezza complessiva di 27 metri. I quattro rami di strada avranno un’estensione complessiva di circa 2 km. «Abbiamo lavorato per riprendere una procedura molto difficile e ferma al mese di luglio 2018. Come per il ponte Serra - ha detto il sindaco Mario Conoci - abbiamo sbloccato un iter molto impegnativo e tutt’altro che concluso, ma porteremo a compimento anche questa opera fondamentale per la città e per il territorio».

L'iter per la realizzazione dell'opera è iniziato nel 2008 con la convenzione con l'assessorato regionale dei lavori pubblici (giunta Soru), che affidava al Comune di Alghero un importo di 4 milioni di euro; successivamente, nel 2010 (giunta Cappellacci ), la Regione dispose un ulteriore finanziamento di 6.500.000 euro. Un percorso burocratico lungo che, negli anni, ha coinvolto, oltre le istituzioni regionale e comunale, anche Soprintendenza e Genio Civile. Se tutto dovesse andare secondo il cronoprogramma, la circonvallazione dovrebbe essere consegnata per l’autunno del 2023. Un’opera importante dal punto di vista della mobilità, che libera il centro cittadino dal traffico in arrivo da Sassari, ma anche nel periodo estivo quando per attraversare la città da nord a sud, si intasa la zona del Lido, via Garibaldi sino all'ingresso del centro storico. Naturalmente, liberando il centro dal traffico, a trarne vantaggio sarà anche la qualità ambientale. E questo, già di per se, è un fatto importantissimo.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes