Danneggia l'auto di servizio, poliziotto algherese deve pagare i danni al ministero

Vetture della polizia, immagine di repertorio

L'agente si stava recando sul luogo di un incidente sulla 131 ma per la Corte dei conti è danno erariale

Danneggiare l’auto di servizio costa caro, anche se l’incidente è avvenuto in una situazione di emergenza. Ne sa qualcosa Mauro Manunta (32 anni) l’agente scelto di polizia algherese che la Corte dei Conti ha condannato a rimborsare al Ministero dell’Interno 5729 euro spesi per riparare la Seat Leon in dotazione al commissariato di Ottana finita contro un Ford Transit fermo in avaria sul margine della Carlo Felice. Il giovane poliziotto guidava l’auto all’altezza del chilometro 27,900 della Nuoro-Abbasanta diretto, su ordine della sala operativa, al luogo di un incidente stradale. Malgrado la puntigliosa difesa dell’avvocato Edoardo Morette, all’agente è stata attribuita la «colpa grave» del sinistro ma il suo eccellente stato di servizio e il perfetto curriculum disciplinare l’ha salvato dall’incombenza di saldare l’intero importo del carrozziere, pari a una cifra doppia (11428 euro) calcolata come danno erariale dal sostituto procuratore generale Giampiero Madeo.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes