Differenziata record, c’è il premio

Nella Riviera del Corallo superato il 70 per cento della raccolta virtuosa. Previsti sgravi nelle tariffe

ALGHERO. Per la prima volta la città di Alghero chiude l’anno con una media superiore al 70% nella raccolta differenziata, esattamente il 71,74%, e ottiene la premialità da parte della Regione. Il risultato ottenuto darà diritto ad uno sgravio tariffario del 25% dei costi di conferimento del rifiuto residuale, al netto dell'incidenza dell’ecotassa, sostenuti dall'amministrazione comunale. Questo significa che se Alghero, nell’anno 2021, ha speso 560mila euro per lo smaltimento del secco, parte di quelle spese future verranno sgravate e potranno esser restituite ai cittadini in servizi. «Un percorso virtuoso che porta la città a risultati molto importanti sulla corretta gestione del servizio – commenta il sindaco Mario Conoci – che si traducono in risparmi e benefici per il miglioramento delle attività a servizio della collettività, per una città che migliora soprattutto per la grande attenzione verso la corretta gestione dei rifiuti». L’amministrazione riceverà questo sgravio non prima del 2023 per via delle verifiche e certificazione dei dati a cura dell’Arpas. «Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto – prosegue l’assessore all'Ambiente Andrea Montis – è stato un lavoro di squadra che parte negli anni precedenti e che abbiamo proseguito, in questi due anni e mezzo, con convinzione, apportando anche tutte quelle modifiche coraggiose senza le quali non sarebbe stato possibile raggiungere questo risultato. I miglioramenti del servizio hanno inciso per la stretta finale, in particolare con l'attuazione delle misure mirate affiancate da una intensa attività di controllo».

La costante e progressiva crescita è frutto di un lavoro che ha permesso gradualmente e senza costi aggiuntivi di eliminare diverse batterie di cassonetti a cielo aperto che rallentavano il raggiungimento della percentuale del 70%. Maristella, San Giuliano, Carrabuffas, Su Contu, le isole informatiche, l'isola di Viale Europa, Monte Agnese, l'eliminazione dei cassonetti da Valverde, Salondra e Calabona, che hanno lasciato spazio ad un servizio itinerante con giornate prestabilite: sono i principali interventi migliorativi messi in atto. «I cittadini hanno dimostrato attenzione e interesse e la ditta ha sempre supportato l’amministrazione nelle scelte» aggiunge l’assessore all’Ambiente Andrea Montis, il quale rivolge un particolare ringraziamento a «tutto il personale del settore, a tutti i lavoratori della ditta incaricata».

È necessario ricordare che il Piano regionale, ai fini della riduzione della produzione dei rifiuti urbani e dell'incremento dei livelli di percentuale di raccolta differenziata, prevede l’attuazione della cosiddetta tariffa puntuale, in modo che la tariffa per il servizio di gestione dei rifiuti corrisposta dai cittadini sia commisurata alla quantità di rifiuti conferiti dalla singola utenza domestica o non domestica e quindi al servizio reso. Le prossime premialità saranno condizionate all'adozione della cosiddetta tariffa puntuale, per questo l'amministrazione comunale presenterà un progetto al Ministero, finanziabile con i fondi del Pnrr.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes