La Nuova Sardegna

Cagliari

Guerra alla droga: nuovo blitz della polizia, sei arresti

Guerra alla droga: nuovo blitz della polizia, sei arresti

Cagliari, in via Seruci tossicodipendenti da mezza Sardegna per comprare le dosi, controlli capillari per un'intera giornata in due palazzine: «I residenti onesti non devono sentirsi prigionieri»

30 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Nuovo blitz della polizia in via Seruci, a Cagliari, mirato a frenare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Sei persone sono state arrestate per aver venduto una o più dosi. In manette Ignazio Scaramuccia, di 59 anni, Tania Perdisci, di 33, Elga Tedde, di 41, Mattia Aroni, di 20, Silvana Tedde, di 53, e Gianluca Loi, di 44.

L'operazione è scattata ieri e ha visto impegnati venti uomini della squadra Mobile, coordinati dal primo dirigente Leo Testa, alcune Unità cinofile e due equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Abbasanta. Sono state controllate dettagliatamente due intere palazzine. L'attività della polizia è iniziata la mattina ed è proseguita fino al tardo pomeriggio. Identificati e perquisiti decine di tossicodipendenti, provenienti da Oristano, Solarussa, Sanluri, San Gavino, Uta, Villacidro, Elmas, Quartu e Cagliari. A tutti loro sono state sequestrate dosi di cocaina ed eroina che avevano poco prima acquistato all'interno di alcuni palazzi della via.

«Non intendiamo consentire che gli altri residenti onesti della stessa strada si debbano sentire prigionieri, nelle proprie case, delle gang dello spaccio e la nostra continua presenza, che non basta da sola, deve essere affiancata dall'intervento coordinato di altre Istituzioni - ha sottolineato il dirigente della Mobile Testa - mentre operavamo bambini pedalavano sulle loro biciclette o portavano fuori stupendi cani di razza fra le vedette e i tossicodipendenti disturbati dalla nostra presenza. Con la legislazione vigente alcuni degli arrestati otterranno i termini a difesa e saranno già da oggi liberi, altri rimarranno ai domiciliari nelle abitazioni dove sono stati arrestati perchè spacciavano».

In Primo Piano
Soccorso

Porto Torres, cade in mare dal molo e non riesce a risalire: salvato da un passante che lo sente urlare

Le nostre iniziative