Villanovaforru, migranti in rivolta: vogliono i documenti

Un'immagine di un soccorso in mare di migranti

Una cinquantina di profughi si è barricata nella struttura di accoglienza e minaccia azioni eclatanti se non potrà avere le carte necessarie per trovare un lavoro o per lasciare la Sardegna, carabinieri sul posto

VILLANOVAFORRU. In rivolta una cinquantina di migranti ospiti dell’hotel “I Lecci” a Villanovaforru. Questa mattina si sono barricati nella struttura e minacciano azioni eclatanti se non sarà consentito loro di avere i documenti per poter lavorare o partire verso altre destinazioni nella penisola.

Sul posto ci sono una ventina di carabinieri della Compagnia di Sanluri che con il capitano Giovanni Mureddu stanno trattando con i migranti per porre fine alla manifestazione.

Già il 10 settembre 2015 i migranti avevano inscenato una protesta alla stazione dei pullman Arst di Sanluri per protestare contro la loro condizione di soggiorno nella struttura alberghiera in cui sono ospitati.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes