Coppia viveva in campagna a Sinnai e coltivava cannabis: in cella

I due conviventi sono stati scoperti dal gruppo "Falchi" della squadra mobile di Cagliari

SINNAI. Riccardo Anedda. ventiquattrenne, e la compagna Monica Baldino, ventottenne, entrambi cagliaritani, sono stati arrestati dai “Falchi” della squadra mobile della polizia di stato per coltivazione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti, nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato che la coppia si recava spesso a Tasonis, frazione del comune di Sinnai, dove, hanno successivamente appurato, aveva allestito all’interno di una casa rurale una serra indor per la coltivazione di marijuana.

Gli agenti ancor prima di entrare per eseguire la perquisizione hanno sentito un forte odore di marijuana e poi hanno accertato che il cavo della corrente elettrica che alimentava la casa non era allacciato al contatore, ma direttamente alla rete. I poliziotti hanno rinvenuto all’interno di una stanza le piante di marijuana, in perfetto stato vegetativo, di altezza variabile compresa tra i 60/70, messe a dimora in 55 vasi di plastica. La stanza adibita a serra era dotata di tutto il materiale per la cura delle piante: lampade, pannelli riflettenti, impianto di aerazione e di regolazione dell’umidità, nonché di materiale per la concimazione.

I poliziotti hanno accertato che la coppia dimorava in quella casa, trovando gli effetti personali di entrambi nelle varie stanze. Gli agenti hanno denunciato a piede libero anche una terza persona, un venticinquenne cagliaritano, abituale frequentatore della casa.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes