Coronavirus, pensionato 62enne di San Basilio muore al Santissima Trinità

Primo caso a Mandas mentre salgono a otto i casi di Senorbì. A Nurri situazione in netto miglioramento

SAN BASILIO. Un pensionato sessantaduenne di San Basilio, uno dei sei positivi al covid 19 accertati nel paese del Gerrei, è morto ieri notte (giovedi 15 ottobre) nell’ospedale Santissima Trinità di Cagliari dove si trovava ricoverato da poco più di una settimana, da quando aveva manifestato i primi sintomi: febbre e difficoltà respiratorie. Il suo cuore ha cessato di battere quantunque i medici si siano prodigati per mantenerlo in vita.

Si tratta della prima vittima della pandemia nel Gerrei. Il funerale si terrà domani mattina alle ore 12,30 in forma strettamente privata. La salma sarà tumulata nel cimitero di San Basilio dopo la benedizione impartita dal parroco don Alessandro Melis.

Intanto a Senorbì è salito a otto il numero dei positivi al covid 19, due dei quali sono ricoverati nell’ospedale Santissima Trinità di Cagliari. Il sindaco Alessandro Pireddu segue con apprensione l’evolversi della situazione. Si presume che il numero dei positivi sia superiore.

Un caso di positività al covid 19, il primo in assoluto, è stato accertato anche a Mandas, paese della Trexenta.. Ne ha dato comunicazione al sindaco Marco Pisano il dipartimento di prevenzione Sud Sardegna dell’azienda tutela della salute (ats) “La persona contagiata – precisa il primo cittadino - si trova in quarantena nella sua abitazione. La situazione è costantemente monitorata dall’ats che sta anche accertando gli eventuali contatti avuti dal concittadino, il quale, sentito da me personalmente, mi ha rassicurato sul suo stato di salute. Gli siamo vicini e gli auguriamo una pronta guarigione”.

Il comune ha immediatamente attivato tutte le procedure previste dalla legge. “La situazione è sotto controllo, rassicura il sindaco Pisano – rivolgendosi ai compaesani. Pertanto, vi chiedo di stare tranquilli e di continuare a rispettare scrupolosamente tutte le prescrizioni di legge e in particolare di indossare sempre la mascherina, mantenete la distanza fisica di almeno un metro e di lavarvi frequentemente le mani. Continuo a essere a vostra disposizione per qualsiasi esigenza”.

Buone notizie, intanto da Nurri, il paese del Sarcidano dove complessivamente erano stati accertati 36 casi di positività al covid 19. Trentacinque persone sono state dichiarate guarite dall’unità di crisi dell’ats. Allo stato attuale, pertanto, solo una persona è ancora positiva.

Ovviamente soddisfatto il sindaco Antonello Atzeni. “Il primo cittadino invita tuttavia la popolazione a non abbassare la guardia, di rispettare e osservare scrupolosamente tutte le disposizioni nazionali e regionali e raccomanda alle persone "sospette" non "tamponate", che sono state a contatto con i positivi, di rivolgersi al medico di base, con sintomi o senza, che provvederà a contattare l’unità di crisi per ricostruire i successivi contatti o incontri con le persone risultate positive.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes