Cagliari, 20 migranti salvati dopo giorni di ricerche in mare

Erano a bordo di un barchino disperso per il quale era stato lanciato l'allarme e avvistato da un mercantile. I naufraghi sbarcati al porto canale

CAGLIARI. Erano in mare da cinque giorni i venti migranti soccorsi questo pomeriggio a 20 miglia dalle coste del sud Sardegna. Da quanto si apprende si tratterebbe del barchino disperso e per il quale Alarm Phone aveva lanciato l'allarme ier 8 febbraioi. «20 persone disperse da quasi cinque giorni. Nessuna notizia della barca di legno blu partita il 4 febbraio dall'Algeria nel tentativo di raggiungere la Sardegna», lanciava Alarm Phone su Twitter.

La Guardia costiera nazionale ha subito avviato le ricerche del barchino. Oggi pomeriggio una nave mercantile in transito lo ha intercettato al largo di Teulada e il comandante ha subito contattato la Capitaneria di porto. Il mercantile è stato raggiunto dai mezzi navali di Guardia costiera e della Guardia di finanza. I migranti sono stati trasportati fino al porto canale di Cagliari.

Sono in corso le visite mediche, da quanto si apprende tutti sarebbero in buone condizioni di salute, anche se alcuni infreddoliti per la lunga permanenza in mare. Saranno in seguito trasferiti al centro di prima accoglienza di Monastir ( Cagliari) dove rimarranno in quarantena. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes