La escort si rivela una trans, il cliente vuole andar via ma viene minacciato e costretto a pagare

Quartu, una venezuelana è stata denunciata per estorsione

QUARTU. Concorda sui social una prestazione sessuale con una escort, ma all’appuntamento nella casa della professionista scopre che l'avvenente ragazza che aveva visto sul sito web e che prometteva emozioni uniche, altro non è che un trans sudamericano che di femminile aveva ben poco, compreso l’aspetto esteriore dai tratti tipicamente mascolini e mal camuffati. Il cliente, un 25enne cagliaritano, non se la sente di provare una nuova esperienza e vorrebbe pertanto andar via senza usufruire dei servigi concordati e senza neppure corrispondere i 100 euro pattuiti per la prestazione. La escort-trans va su tutte le furie e con un coltello minaccia il cliente: “Pagami ugualmente o per te finisce male”, urla al 25enne a cui viene impedito sotto la minaccia dell’arma di avvicinarsi alla porta d’ingresso. Vista la mala parata e la superiore struttura fisica della trans, il cliente ha deciso di pagare ugualmente, ma tramite un bonifico bancario sull’Iban indicato dalla mancata fornitrice di prestazione sessuale. Conclusa l'operazione effettuata tramite smartphone, il cliente è potuto andar via ma è corso subito alla caserma della Compagnia carabinieri di Quartu per denunciare l’accaduto. Con pochi accertamenti, i militari hanno individuato la trans e l'hanno denunciata per estorsione. Si tratta di una 27enne venezuelana, immigrata a Cagliari, incastrata oltre che dalle dichiarazioni e dal riconoscimento effettuati dalla vittima, anche dai riscontri telefonici e dall'operazione bancaria assolutamente tracciabile. (luciano onnis)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes