Arrestato dalla polizia dopo aver selvaggiamente aggredito l'ex compagna

Calci e pugni a una quarantenne a Cagliari: il protagonista è un ventenne di Assemini, finisce  in manette per stalking, rapina e lesioni

CAGLIARI. Botte selvagge alla ex compagna, costretta a scendere dalla sua macchina e poi presa a pugni in pancia e schiaffi sul volto. È accaduto ieri sera 28 aprile a Cagliari, vittima una donna di 40 anni. L'autore dell'aggressione, un 20enne di Assemini, è stato arrestato per stalking, rapina, violenza privata e lesioni. Aggredita anche una 35enne amica della vittima. L'episodio è avvenuto intorno alle 22 a Pirri.

Le due donne stavano consegnando a domicilio alcuni alimenti in via Enrico Toti quando hanno incrociato l'auto con a bordo il 20enne e un amico. Il giovane, riconosciuta la ex, ha inseguito l'auto con a bordo le donne, riuscendo a tagliar loro la strada e bloccarle. È sceso dal veicolo e ha iniziato a prendere a calci l'auto, minacciando la ex. L'amica ha cercato di calmarlo ma in tutta risposta è stata aggredita. Il giovane è poi riuscito a far scendere dall'auto anche la ex e l'ha colpita con schiaffi e pugni, portandole via anche il cellulare con il quale la 40enne aveva già chiamato il 113.

Arrivati in via Toti, gli agenti della squadra volante hanno rintracciato in strada le vittime: erano in lacrime, doloranti. L'aggressore invece era già fuggito. Hanno raccolto le loro testimonianze e si sono poi messi alla ricerca del 20enne, rintracciandolo nella sua abitazione ad Assemini. Dai successivi accertamenti è emerso che durante la relazione il giovane aveva più volte minacciato di morte la 40enne, arrivando anche a dirle che l'avrebbe sfigurata con l'acido.(luciano onnis)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes