Strage di colombacci: revocato il porto d'armi ai cinque cacciatori

Un "frame" del video pubblicato dai 5 cacciatori

Provvedimento della Questura di Cagliari dopo la segnalazione del Corpo forestale

CAGLIARI. Avevano pubblicato sui social un video in cui mostravano centinaia di colombacci uccisi durante una battuta di caccia, vantandosi del loro operato, facendo indignare tantissime persone. Dopo l'identificazione da parte del Corpo forestale e la multa da 3mila euro ciascuno, ai cinque cacciatori autori del video sono state revocate le licenze di caccia.

La Questura di Cagliari, a seguito della segnalazione del Corpo Forestale, ha revocato con provvedimento urgente le licenze di porto di fucile a tutti e cinque. Secondo la Questura «sono venute a mancare le condizioni di affidabilità e di buona condotta necessarie per il possesso dell'arma ai sensi del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza - spiegano dal Corpo forestale -. Dal momento della notifica, i trasgressori non sono quindi più autorizzati a esercitare la caccia». (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes