La Nuova Sardegna

Cagliari

Presentazione

Il Calendario cult dei carabinieri: l’anno 2023 dedicato all’ambiente


	Il generale Luca Corbellotti, comandante provinciale carabinieri di Cagliari
Il generale Luca Corbellotti, comandante provinciale carabinieri di Cagliari

L’Agenda è dedicata alla natura e il calendario da tavolo ai borghi più belli d’Italia, fra questi anche Bosa

28 ottobre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari. La tutela dell’ambiente è il tema del calendario storico dei carabinieri 2023, giunto alla 90esima edizione, presentato in forma ufficiale questa mattina a Roma dal comandante generale dell’ArmaTeo Luzi e in contemporanea nei principali comandi provinciali. A Cagliari lo ha fatto il generale Luca Corbellotti, comandante provinciale, assistito dal colonnello Michele Tamponi. L’opera grafica è stavolta dell’Armando Testa Group, con i testi del noto giornalista, scrittore e divulgatore scientifico Mario Tozzi, che ha raccontato gli eventi, le attività e i progetti dell’Arma come solo lui e pochi altri sanno fare.

Il calendario 2023, che sarà stampato in 1.2 milioni di copie, di cui 16mila in nove lingue oltre all’italiano (c’è anche una edizione in sardo), comprende 12 tappe, una per ogni mese, in un percorso che svela l’importante azione di carabinieri a difesa dell’ambiente e del territorio nazionale, a protezione del patrimonio faunistico e vegetale, alla salvaguardia di una civiltà agroalimentare che il mondo invidia all’Italia.

Per la prima volta è stata creato anche un calendario interattivo Nft, consultabile sullo specifico sito web www.calendario.carabinieri.it. Oltre al calendario, diventato negli anni un autentico cult fra i collezionisti, è stata presentata anche l’Agenda 2023 con protagonista la natura, il calendario da tavolo dedicato al tema “I borghi più belli d’Italia” (fra questi c’è anche Bosa) e il planning da tavolo, anche questo sui temi della natura e dei suoi prodotti, con protagonisti assoluti i carabinieri forestali e i Nas. “Il ricavato dalle vendite dei calendari e dell’altro materiale pubblicato – ha precisato il generale Corbellotti – sarà interamente devoluto all’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma e all’ospedale pediatrico “Vittorio Bozzi” di Milano. (l.on)

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative