La Nuova Sardegna

Cagliari

Piazza Garibaldi

“...Questo non è amore”: a Cagliari la campagna della polizia per aiutare le donne a prevenire la violenza

“...Questo non è amore”: a Cagliari la campagna della polizia per aiutare le donne a prevenire la violenza

#aiutiamoledonneadifendersi: alla manifestazione anche lo scrittore Pulixi, l’attore Cullin, la criminologa Bruzzone, la manager sportiva Frongia, la giocatrice Toffolo

24 novembre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari. Un camper della polizia di stato per portare fra la gente la campagna permanente “…Questo non è Amore” che ha dato vita già da domenica in tutta Italia a diverse iniziative nelle piazze e nei luoghi più frequentati, nell’ottica di sensibilizzare l'opinione pubblica su una maggiore consapevolezza nella prevenzione della violenza sulle donne. Domani 25 novembre, a partire dalle 16 in piazza Garibaldi a Cagliari , la polizia sarà presente con il suo camper ed il Fullback della Scientifica. La parola d’ordine di questa edizione, divulgato sui social con l’hashtag #aiutiamoledonneadifendersi, sta girando già da parecchi giorni da quando è cominciata a inizio settimana la campagna nazionale contro i reati di genere.

All’appuntamento di domani in piazza Garibaldi, realizzato in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, parteciperanno lo scrittore Pierluigi Pulixi, l’autore e regista Jacopo Cullin, la criminologa Roberta Bruzzone in video collegamento, Viola Frongia dirigente generale della serie A1 femminile Dinamo Basket e la giocatrice Sara Toffolo. Nel corso della manifestazione sarà divulgato l’edizione 2022 dell’opuscolo “Questo non è amore”, che si apre con le parole di Papa Francesco che esorta a “non ignorare il grido delle donne vittime di violenza perché ferire una donna è oltraggiare Dio”. Anche quest’anno la brochure offre consigli utili e una serie di dati che permettono di focalizzare i fattori di rischio e le vulnerabilità della sfera femminile, consentendo alle donne di capire in che modo difendersi, superando quella paura di essere giudicate, la vergogna di raccontare episodi della propria vita privata e il timore di rimanere isolate e sole.

Nella questura di Cagliari, la polizia offre già da qualche anno un servizio riservatissimo alle donne vittime di violenza, accogliendole i spazi rassicuranti con poliziotte che hanno l’esperienza necessaria, maturata con corsi formativi specifici di alto livello, per ascoltare, tranquillizzare e consigliare chi è rimasta vittima di violenze di genere.(l.on) 

In Primo Piano
Corpo forestale

Incendi, giornata di fuoco: 10 roghi da nord a sud

Le nostre iniziative