La Nuova Sardegna

Cagliari

La tragedia a Cagliari

Dopo la serata nei locali andavano a casa: morti sul colpo 2 ragazzi e 2 ragazze, feriti altri 2, avevano tra i 18 e i 20 anni

di Luciano Onnis

	L&#39;auto nel viale Marconi<em> (foto Mario Rosas)</em>
L'auto nel viale Marconi (foto Mario Rosas)

La polizia locale sta ricostruendo la dinamica, quattro corpi sono stati espulsi dalla vettura che aveva sbattuto su un cordolo e sul muro di una ex casa cantoniera in viale Marconi

10 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Uno scenario terribile quello che stamani 10 settembre poco prima delle 5 si è presentato agli occhi di un residente in viale Marconi che aveva udito due botti uno vicinissimo all’altro: sull’asfalto del viale, davanti allo svincolo per l’asse mediano, giacevano quattro giovani e all’interno di una Ford Fiesta se ne vedevano altri due incastrati fra le lamiere. Dei sei giovani, due ragazze e quattro ragazzi, gli operatori hanno dovuto confermare il decesso di quattro di loro, due ragazzi uno di Assemini e l’altro di Cagliari, e le due ragazze, una di Assemini e l’altra di Selargius. Tutti tra i 18 e i 20 anni, avevano passato la serata in discoteca e poi erano andati in un locale di Monastir. Da qui erano tornati a Cagliari e poi avevano deciso di andare prima a Selargius per riaccompagnare a casa una delle ragazze e dopo avrebbero proseguito per Assemini. Tutto è finito poco prima delle 5 in un incidente che la polizia locale sta ricostruendo con i rilievi e con la testimonianza di alcune persone che sono accorse e hanno dato l’allarme. L’auto era in viale Marconi, senso di marcia verso Quartu. Potrebbe essere successo che i giovani si siano accorti all’ultimo momento di non poter continuare verso Selargius perché il viale Marconi è a senso unico e quindi abbiano deciso di svoltare perdendo il controllo e sbattendo contro il cordolo e poi contro il muro di una vecchia casa cantoniera. L’auto si è quasi sollevata ricadendo pesantemente sul suolo e cappottando più volte. Quattro corpi sono stati espulsi, due sono rimasti dentro. Dopo aver sbattuto sul cordolo, l’auto sarebbe strisciata per 30 metri fino a sbattere sul muro della ex cantoniera. Ma sono tutti dettagli in corso di chiarimento. L’identità dei giovani al momento non è stata ancora resa nota. I due feriti, uno ricoverato al Policlinico di Monserrato, l’altro al Brotzu, non sarebbero in pericolo di vita. I corpi degli amici e delle amiche sono stati portati al cimitero di San Michele. Viale Marconi è stato chiuso al traffico fino alle 10.

Notizia in aggiornamento

In Primo Piano
Il giallo

L’appello del fratello di Francesca Deidda al presunto omicida: «Dica la verità»

di Luciano Onnis
Le nostre iniziative