Orosei, trielina in una bottiglietta d’acqua: operaio finisce all’ospedale

Il giovane, Pasquale Saporitu, 34 anni, ha raccontato di avere bevuto l’acqua da una bottiglietta comprata in un distributore automatico. Sul fatto indagano i carabinieri

OROSEI. Un operaio di una cava di Orosei (Nuoro), Pasquale Saporitu, di 34 anni, questa mattina è finito al pronto soccorso dell'ospedale San Francesco di Nuoro per vomiti e dolori addominali. L'uomo, che è stato prelevato dalla sua abitazione da un'ambulanza del 118, ha raccontato di aver bevuto acqua da una bottiglietta comprata da un distributore automatico presente in azienda e di aver sentito, prima di bere, un forte odore di trielina. I carabinieri della Compagnia di Siniscola hanno avviato le indagini per accertare la veridicità della versione fornita dall'operaio. Infatti dalla stessa hanno bevuto altre persone che non hanno avuto nessuna conseguenza.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes