La Nuova Sardegna

Nuoro

il riconoscimento

Un premio all’amore per Nuoro

Il “Redentore d’oro” a Piero Marras e a Nicola Porcu

30 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





NUORO. Ottantatrè anni uno, 65 l’altro. Entrambi nuoresi di nascita e di temperamento, anche se solo uno dei due, per gran parte della sua vita, è rimasto sempre ai piedi del Redentore. Nicola Porcu e Piero Marras sono i due nuoresi doc che ieri il Comune, con il sindaco Sandro Bianchi e l’assessore alla Cultura, Leonardo Moro, ha voluto premiare con il “Redentore d’oro” disegnato da Pietro Longu. Il primo, il buon Nicola, una vera istituzione a Nuoro per il suo cuore d’oro e il suo impegno la passione autentica per la sua città, è stato premiato infatti «perché è un esempio per tutti di come si possa voler bene alla citt, per il suo amore speciale per il Monte Ortobene». «Ringrazio tutti – dice lui – mi ricordo quando venivo qui da solo, oggi siamo in tanti, arrivati anche da fuori, ma nessuno di voi qui è forestiero, siete tutti nugoresos. Ricordo Grassiedda (Deledda, ndr), Satta, l’incendio del Monte, quel monte che oggi stiamo appesantendo con i rifiuti». Piero Marras, invece, viene premiato per la sua «musica, le canzoni, la poesia con le quali sa raccontare meglio di tanto altro una terra e la sua gente». «Ringrazio tutti – dice lui – sono nato a Nuoro, e al monte, anche artisticamente. Il primo concerto l’ho fatto a Farcana. E sono legato a questo posto come alla mia vera famiglia». (v.g.)

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative